Saints – Unni Valcuvia 5-67 (5-31)

Formazione Unni: D’angelo (Zandarin), Perdoncin, Alberici, Renzi, Carabelli (Agostini Diego), Oddi (Bonfanti), Tettamanzi (Battaglieri), Pierobom, Gabriele, Alberto Rossi, Haida, Vetralla, Badi, Biondolillo (Agostini Davide), Bossi.
Allenatore: Beppe Cattaneo

Mete: Pierobom, Bossi (2), Biondolillo, Vetralla, Alberto Rossi, Haida (2), Renzi (2), Gabriele.
Trasformazioni: Alberto Rossi 6

Gli Unni sono partiti dalla Valle determinati a farsi un regalo prima della pausa di Natale, e così è stato.
In questa bella domenica di sole i valligiani hanno superato i Saints di Abbiategrasso, squadra in crescita rispetto allo scorso anno e sicuramente coraggiosa quanto determinata, ma comunque ancora inesperta e “pasticciona”.

C’è da dire che le premesse alla partita non erano state delle più rosee: poche presenze agli allenamenti dell’ultima settimana e tanti indisponibili per la partita, chi per un motivo e chi per l’altro, soprattutto in mischia (i vari “Leonida” Scotti, Di Muro, Tuozzo, i fratelli Foresio…), avevano fatto preoccupare più d’uno in casa Valcuvia (più che altro per quanto riguarda i numeri).
Preoccupazioni che sono poi svanite a fine partita, con vittoria e punto bonus nel sacco, con gli Unni che anche questa domenica hanno fatto gli Unni.

La partita è stata a senso unico, con gli ospiti che hanno messo in pesante difficoltà i padroni di casa soprattutto sui 3/4, con le giocate e incursioni a tratti devastanti dei vari Biondolillo, Vetralla, Bossi (con il solito Alberto Rossi a gestire saggiamente tutte le giocate).
Bene le mischie ordinate, ma qualche amnesia di troppo in touche e nei sostegni, che ci costano tanti palloni persi in zone dove la meta avrebbe dovuto essere segnata. Peccato, ma può capitare, tutti quelli che hanno giocato almeno una partita di rugby nella loro vita sanno che fatica e lucidità non vanno esattamente d’accordo.
Il tabellino è comunque pesante, con un primo tempo che si chiude 5-31 e un secondo che segna 5-67.
Voto più che positivo per tutti, nessuno escluso, con il premio di uomo partita che è stato assegnato a Giorgio Bossi (giocatore davvero immenso, calca i campi da rugby da 1 anno e mezzo ma sembra ci sia nato sopra).
Nota di merito anche per il veterano Stefano Badi: uomo di spessore dentro come fuori dal rettangolo verde, dove lo metti gioca e sempre bene. Con il suo apporto sia in partita che in allenamento aiuta i meno esperti a stare in campo, insegnando i trucchetti del mestiere di 3/4, un vero valore aggiunto per la squadra.
Breve commento anche sui padroni di casa: come già detto i Saints sono parecchio migliorati rispetto allo scorso anno, gestiscono meglio le fasi di gioco, difendono meglio, si organizzano in modo sicuramente più proficuo per il gioco quando tentano contro-ruck e giocate varie.
I giocatori sono tutti bravi ragazzi, volenterosi, coraggiosi e corretti.
L’ambiente è sano e positivo, tanti i sorrisi a fine partita.
Oltretutto con il grande apporto che la squadra avrà dalle giovanili nei prossimi anni e i miglioramenti di quelli che compongono la prima squadra i dubbi sono pochi: non potranno che migliorare e consolidare la realtà che già sono.
Contento anche il capitano milanese Gabriele Oriani, purtroppo uscito in anticipo per guai al ginocchio e che speriamo tutti di vedere in campo per due tempi al ritorno nella Valle: “Oggi abbiamo avuto qualche problema in difesa, i momenti di blackout ci sono costati cari in termini di punti, però bene la voglia e la partita nel complesso”.

Prossimo appuntamento per il Valcuvia il 17 gennaio in casa con Voghera (campo permettendo), buon Natale a tutti è sempre forza Unni!

Fabrizio Foresio

One thought on “Saints – Unni Valcuvia 5-67

  1. Ciao sono l allenatore dei saints, volevo complimentarmi con voi per la vittoria, e stata una bella partita. Corretta e pulita….
    Dispiace solo non esser potuto entrare in campo. Vi auguro buone feste….. e ci si vede al ritorno in quel di Valcuvia. In bocca al lupo unni…
    Ps: non mangiate troppo che sennò poi in mischia e un serio problema provate a competere con il peso… ah ah ah Buon natale

Comments are closed.