ASD Rugby Valcuvia, Cassano Valcuvia, via Noga 535

Voghera-Unni Valcuvia 15-24 (10-0)


Voghera-Unni Valcuvia 15-24 (10-0)

Formazione Unni: Frattini, Rizzo, Biondolillo, Padula, Marinoni, Alberto Rossi, Pierobom, Alberici, Martino (Agostini), Oliveri, Magistrali, Antonuzzo, Di Muro, Perdoncin (Lalicata), Renzi.

Ne: /

Allenatore: Vincenzo Fiorino.

Mete:  Padula, Di Muro, Alberto Rossi, Frattini.

Trasformazioni: Alberto Rossi (2)

C.p. /

Cartellini gialli: Di Muro.

Partita sofferta quella del Valcuvia a Voghera, dove dopo 80′ minuti di lotta senza quartiere gli Unni possono festeggiare la pausa natalizia del campionato con vittoria e punto bonus.
C’è da dire che la settimana non è stata delle più semplici per i ragazzi di coach Fiorino: la spessa coltre di neve caduta sul campo di Cassano lo scorso week end si è immediatamente trasformata in ghiaccio rendendo impossibile allenarsi ai valligiani, che all’ultimo si sono visti invertire il campo da gioco domenicale e si sono trovati costretti ad andare in quel dell’Oltrepò Pavese con mezzo allenamento nelle gambe e tanta amarezza per non aver potuto preparare la partita come si deve.
Ma vivere in valle vuol dire anche questo.

Il primo tempo è subito una doccia fredda e fa immaginare il peggio, con la squadra di casa che va in meta e trasforma dopo soli 5 minuti. È sempre il Voghera a rendersi parecchio pericoloso, soprattutto al largo, dove nonostante la costante superiorità numerica che riesce a creare non concretizza mai, un po’ per pasticci suoi un po’ per caparbietà dei valcuviani (ottimi a coprire buchi in fase difensiva il solito Alberto Rossi, Padula e Frattini).
La prima frazione di gioco si chiude così sul 10-0 per i pavesi, che prima della fine mettono tra i pali anche un calcio piazzato.

Il secondo tempo è quella della riscossa, con gli Unni che nel giro di dieci minuti si portano in vantaggio con le mete di Padula e di “Castro” Di Muro, dando vita ad un finale pirotecnico: il Voghera non ci sta a perdere dopo essere stato in vantaggio per praticamente metà della partita, e si butta a testa bassa nella lotta, con i nostri che certamente non si tirano indietro.
Un’altra meta di Alberto Rossi e una subitanea risposta dei pavesi attestano il tabellino del punteggio sul 15-17 quando mancano poco più di dieci minuti di gioco, facendo sudare freddo i tifosi valcuviani e Vincenzo Fiorino, che alla meta di Frattini al 42′ del secondo tempo con conseguente fischio finale scoppiano in un’esultanza di gioia liberatoria.

Bella prestazione di squadra, che nonostante i parecchi giocatori a mezzo servizio riesce ad assorbire l’aggressività del Voghera e a vincere con il coraggio che contraddistingue i valcuviani.
Esordio assoluto su un campo da rugby per l’ottimo Antonio Martino, classe 1992 e fisico da taglialegna, che alla prima uscita da flanker fa vedere tante cose buone: placcaggi duri ed entrate pesanti.
Nota di merito anche per Andrea Alberici, quella razza di giocatore che nasce pilone, cresce pilone e muore pilone, e che tuttavia oggi gioca 80′ minuti da terza linea centro mettendo tutto il cuore possibile e rendendosi una vera spina nel fianco per il Voghera: pulizia in ruck e buona pressione sulla linea avversaria.
E per chiudere, il bel ritorno di Simone Lalicata, classe 1994 cresciuto nelle giovanili degli Unni e fermo col rugby da qualche anno: la sua esperienza in mischia e la sua duttilità sono grasso che cola.

E quindi Buon Natale e forza Unni!

Fabrizio Foresio