ASD Rugby Valcuvia, Cassano Valcuvia, via Noga 535

Como-Unni Valcuvia 31-13 (14-6)


Como-Unni Valcuvia 31-13 (14-6)

Formazione Unni: Frattini, Biondolillo, Battaglieri, Viola, Marinoni, Alberto Rossi (cap.), Padula, Pierobom, Martino, Lalicata, Molteni, Antonuzzo, Alberici, Perdoncin, Renzi.

Ne: Riserbato

Allenatore: Vincenzo Fiorino.

Mete:  Pierobom.

Trasformazioni: Alberto Rossi

C.p. : Alberto Rossi (2)

Cartellini gialli: /

Partita a tratti eroica quella giocata dal Valcuvia a Como contro la terza in classifica.
Il periodo nero delle assenze continua: tra infortuni e indisponibilità varie oggi coach Fiorino ha potuto contare solo su 16 giocatori, arrivati in terra comasca col coltello tra i denti già coscienti del fatto che ci sarebbe stato da soffrire.

Il primo tempo inizia con una punizione trasformata da capitan Alberto Rossi e con tanto cuore da parte dei nostri, che dopo essersi resi più volte pericolosi nella metà campo avversaria con diversi pick and go della mischia subiscono meta del Como poco dopo il 21′ minuto.
La seconda meta comasca arriva quasi al fischio, seguita da un’altra punizione trasformata dal solito Rossi, chiudendo la prima frazione col punteggio di 14-6.

Il secondo tempo è quello della sofferenza, con i valcuviani che utilizzano tutto l’ossigeno rimastogli e anche qualcosa in più per provare a mettere in difficoltà il Como, cosa che riesce al 13′ con una bella meta nata dopo un’azione lunga e caparbia di tutta la squadra e finalizzata dall’ottimo Matheus Pierobom (che oggi viene schierato numero 8 e fa vedere tanta corsa e potenza con la palla in mano, qualità che sicuramente lo contraddistinguono).
La trasformazione di Rossi porta il risultato sul 14-13, facendo sudare freddo i padroni di casa e sperare gli ospiti. Arriva comunque dopo poco un’altra meta del Como che taglia le gambe ai nostri, ormai con davvero poche energie in corpo, facendo dilagare la squadra di coach Marco Bianchi con altre due mete e facendo segnare sul tabellino finale il punteggio di 31-13.

Peccato, ma in ogni caso la prestazione della squadra è stata ottima: i nostri hanno messo in difficoltà più volte e concesso poco ad un avversario di livello, ordinato e molto organizzato (i ragazzi del Rugby Como non sono terzi in classifica per caso).
Nota di merito a Francesco Molteni, assente dai campi da gioco da diversi anni e oggi all’esordio stagionale con gli Unni nell’inedito ruolo di seconda linea: bei placcaggi e tanta grinta, non molla mai e si butta sempre alla caccia del pallone. Tosto!
Molto bene anche Padula, che assieme ad Alberto Rossi dà ordine al gioco di tutta la squadra con estro e cattiveria agonistica.
Per chiudere un altro bel ritorno: Manuel Viola, classe 91′ di grande esperienza, avendo già giocato con Varese, Tradate e con gli stessi Unni tre stagioni fa. Oggi gioca centro e risolve tante situazioni spinose. Bentornato!

La prossima partita si giocherà in casa domenica 21 gennaio contro il Verbania, vi aspettiamo numerosi!
Sempre forza Unni!

Fabrizio Foresio