Unni Valcuvia – Rugby Como 27-19 (17-12)

Formazione Unni: Frattini, Biondolillo (Marinoni), Bossi, Tommaso Foresio, Riserbato, Alberto Rossi, Padula, Fabrizio Foresio, Castiglioni (Lalicata), Olivieri, Magistrali, Antonuzzo (Di Muro, Agostini), Alberici, Perdoncin, Renzi.

Ne: D’Angelo, Tettamanzi.

Allenatore: Enzo Fiorino

Mete: Riserbato, Alberto Rossi, Tommaso Foresio.

Trasformazioni: Alberto Rossi (3)

Cp: Alberto Rossi (2)

Cartellini gialli: Renzi

Giornata di festa in Valcuvia dove gli Unni, sotto un caldo sole estivo, sconfiggono in un acceso derby di fine campionato il Rugby Como, squadra esattamente sopra di noi in classifica e che per quasi tutta la stagione si è giocata la promozione.

I nostri partono fortissimo, scendono in campo carichi per giocarsi una partita che oltre al fascino della battaglia rugbistica offriva anche una storia di campanilismo non indifferente.
Il Como di coach Marco Bianchi è la squadra che ricordavamo: ordinati, organizzati e con una grande propensione offensiva (ottime le linee di corsa dei trequarti e anche il mediano si dimostra tutto pepe per volontà e azione).

Ad aprire le marcature è la nostra ala Daniel Riserbato con una bella meta di rapina, che con la trasformazione e il subitaneo calcio piazzato di Alberto Rossi portano il risultato sul 10-0.
È poi il Como a far paura, schiacciando l’ovale in seguito ad una ripartenza sui nostri ventidue metri.
I valligiani però tornano ad attaccare a testa bassa e trovano un’altra segnatura con capitan Alberto Rossi che schiaccia dopo un bel riciclo del primo centro Tommaso Foresio (oggi davvero scatenato).
Prima frazione che si chiude sul 17-12 dopo una nuova incursione vincente degli ospiti, mai domi e sempre in partita.

Il secondo tempo è acceso quanto il primo: sul campo la battaglia è senza quartiere, e gli Unni fanno di tutto per aumentare il distacco su una formazione che notoriamente da un momento all’altro è capace di ribaltare le partite.
A metà tempo a segnare è così il torello Tommaso Foresio, dopo aver lasciato per terra diversi avversari con una delle sue cariche feroci.
Gli ospiti sono tutt’altro che sconfitti, e segnando nuovamente accorciano il risultato rimanendo col fiato sul collo degli Unni fino alla fine, quando il fischio dell’arbitro per i nostri è una vera liberazione.
risultato finale di 27-19.

Benissimo tutta la squadra, che vince meritatamente contro una formazione quotata e di alto livello.
Ottima la mischia, solida e battagliera come sempre e oggi vero aratro nelle chiuse (bene anche quando nell’emergenza Fabrizio Foresio da terza linea viene spostato pilone destro e fa valere la stazza sulle spinte).
Benissimo poi soprattutto i trequarti, attenti sui velenosi calci comaschi e sugli attacchi quasi sempre contenuti o neutralizzati, oltre a far impazzire la difesa ospite con giocate intelligenti e aggressività su tutti i punti d’incontro.
Nota di merito anche al Como allenato dall’esperto Marco Bianchi: squadra composta da bravissimi ragazzi che non si danno mai vinti e fanno sempre soffrire i valligiani (e che a dirla tutta avrebbero potuto finire la partita con un distacco minore se non fosse stato per un po’ di sfortuna sui calci piazzati).

Ai nostri aspetta un’ultima partita contro i Diavoli Rossi del Varese, e poi potremo dire di aver concluso un grande campionato dove tutti, a partire dal sempre presente Enzo Fiorino, hanno dimostrato quanto valgono.
Quindi sempre Forza Unni!