Il primo weekend di settembre ha visto un via vai di rugbysti al quanto insolito per il nostro campo.

I primi a farci visita sono stati venerdì sera i giocatori e lo staff tecnico della prima squadra del Malpensa Rugby che hanno individuato nella nostra location il posto ideale per un miniritiro pre-stagione di due giorni.

Il Club – mettendo in campo la consueta ospitalità – ha colto al balzo l’occasione per organizzare una due giorni di rugby insieme ai nostri ragazzi della seniores per allenamenti molto intensi e ovviamente terzi tempi indimenticabili.

Il vero clou del weekend però è stata la visita dell’under 16 del Rugby Brescia – squadra che anche quest’anno affronterà il campionato elitè di categoria – arrivato in Valcuvia, nel primo pomeriggio di sabato, per scaldare i motori e fare un team-building in vista dell’avvio del campionato.

Un allegro gruppo di gnari, dall’accento inconfondibile, insieme al loro staff tecnico e agli accompagnatori, ha dapprima allestito un campeggio e poi insieme ai nostri ragazzi u16, quelli di Lugano, Rosafanti e Tradate è sceso in campo per un’allenamento con più di quaranta giocatori in campo.

Al termine delle fatiche sportive sono iniziate quelle culinarie, formaggi, salumi, bruschette, vini, risotti e quant’altro messo in tavola polverizzato rapidissimamente dai ragazzi e genitori; dopo la cena, durante lo scambio di maglie di rito il Presidente del Valcuvia ha preso la parola per ringraziare il Rugby Brescia della loro visita e l’importanza di iniziative del genere per far crescere i nostri ragazzi, mentre il tecnico bresciano Christian Mariuzzo – ex rugbysta san donatese – ha sottolineato il valore del nostro progetto giovanile che unisce quattro diversi Club per permettere ai ragazzi di giocare, dare il massimo e migliorarsi.

Prima di andare a dormire o per meglio dire prima di andare nelle tende, un gelato per tutti e anche il tempo di chiacchierare di rugby con aneddoti divertenti.  

La mattina appena svegliati, dopo un’abbondante colazione, i ragazzi hanno visitato il ridotto di San Giuseppe tratto caratteristico della Linea Cadorna per un treeking emozionante e un viaggio nella storia con le dettagliate spiegazioni di Dante, vera istituzione della Protezione Civile Locale.

Il tempo quindi di rientrare al campo passando per le vie del paese tra lo stupore dei residenti incuriositi da questo simpatico gruppo e subito in club house per una breve riunione tecnica.

Concluso il breve meeting con gli allenatori di nuovo tutti in campo per una partitella con i nostri ragazzi, quelli di Gattico e Verbania a fronteggiare la forte compagine bresciana.

Un’iniziativa da ripetere quanto prima e una promessa di ritrovarci presto, gli Unni hanno vinto questa partita con una impareggiabile accoglienza ed ospitalità grazie al prezioso contributo in cucina di Andrea, Franco e Marco e il consueto sostegno di Dante preziosa guida nelle trincee della Linea Cadorna.

Si prepara il campeggio
Le istruzioni per il weekend
E via a cambiarsi
Tutti in posa… rugbysti da ogni dove
Un bicchiere
Ci si conosce e si mangia
Un gelato non si nega a nessuno
La giornata inizia in salita
Dante spiega e racconta
Giù la testa
Sottoterra
Riunione tecnica
il primo quindici