UNDER 18

Il Verbania, club dove militano i nostri ragazzi, esce sconfitto dal campo di Velate. Con Andrea Bui indisponibile per l’occasione solo Alessandro Forma in campo, la squadra di casa domina la partita e nonostante la caparbietà dei nostri ragazzi e le due mete marcate il punteggio finale è 38-14 per il Velate.

UNDER 16

Ancora una vittoria per i gialloblu nella seconda giornata del campionato U16. Su un campo pesante, sotto una pioggia battente, la compagine Tradate-Rosafanti-Lugano-Valcuvia ha imposto il loro gioco ad una valida selezione del Cus Milano formata per lo più da giocatori dell’annata 2004. 
14 mete a 0 per i gialloblu, condite da 7 trasformazioni di un ottimo Della Bella, oggi schierato estremo, frutto di una discreta mole di gioco alla mano sviluppata a dispetto del campo pesante e di un pallone difficile da controllare.Tanti i palloni conquistati dalla mischia, in cui meritano un elogio particolare i ragazzi della prima linea, Neri, Nicod e Benatti, che hanno consentito ai tre quarti di proporre trame offensive efficaci. 
Molti i finalizzatori, tra cui citiamo un eccellente Coppolino ed i soliti Porretti, Tiemtore e Daverio. Proprio Daverio è per noi il man of the match, non solo per le segnature, ma soprattutto per aver gestito al meglio, nel ruolo di apertura, le tante occasioni create dalla compagine gialloblu. Meritano un elogio tutti i giocatori scesi in campo, a partire da Tedesco, che oggi ha gestito al meglio il ruolo per lui inedito di mediano di mischia in “part time” con Vigo, passando da Torno, Cannizzaro e Maiuolo autori di una meta a testa, e di tutti i 18 uomini oggi scesi in campo.
Se è vero che le vittorie danno morale è altrettanto vero che la maturità di questa squadra andrà valutata in sfide più equilibrate. Occorre pertanto lavorare sodo nei prossimi allenamenti per limare le imprecisioni che, nonostante il risultato, anche questa partita ha evidenziato. Sono state infatti poche le palle di qualità originate dalle touche, così  come sono state molte le palle mal controllate nel gioco alla mano (ed il campo pesante non deve essere un alibi). Imprecisioni che contro squadre più evolute potrebbero essere decisive.
Quindi bravissimi tutti, ma da domani l’obbiettivo deve essere ancora quello di lavorare per migliorarsi, per non vanificare quanto di buono espresso nelle prime 2 giornate.

Tradate: Della Bella, Coppolino, Porretti, Tiemtore, Cannizzaro, Daverio, Tedesco (Cortellezzi), Torno, Vigo, Maiuolo, Carraro (Maccario), Mazzali, Benatti, Nicod, Neri. N.E. Falconi

Tabellino:

Mete primo tempo: 1′, 23′, Daverio, 4′ Porretti, 8′ Torno, 30′ Tiemtore, 31′ Maiuolo, 2 trasformazioni Della Bella

Mete Secondo tempo: 4′ Cannizzaro, 14′, 17′, 30′ Tiemtore, 20′ Coppolino, 23′ Porretti, 26′, 29′ Daverio, 5 trasformazioni Della Bella

UNDER 14

Nell’inedita cornice dello stadio Cornaredo di Lugano e sotto una pioggia battente, la franchigia U14 Lugano-Unni Valcuvia-Rosafanti torna in campo per la fase regionale del campionato svizzero. Gli avversari sono i soliti Rugby Zugo e la franchigia Rugby Zurigo-Würenlos. Questa volta però i nostri sono quasi al completo, ben 18 ragazzi a disposizione dei coach.

La prima partita è contro Rugby Zugo, avversario complicato e difficile, per il suo gioco molto veloce e una organizzazione tattica di ottimo livello. In questo inizio stagione sempre partite sofferte e anche brutte batoste. Ma oggi i ragazzi sembrano particolarmente ispirati e la partita è giocata alla pari, con Zugo che fatica a venire a capo dei nostri ragazzi. Difatti, l’intensità difensiva è molto elevata e solo grazie ad una disattenzione gli avversari trovano una meta. Ma sul finire del primo tempo, ecco il meritato pareggio. Il secondo tempo è molto più combattuto. Rugby Zugo approfitta di un inizio non brillante per portarsi in vantaggio e raddoppiare le distanze, ma nonostante ciò i nostri lottano su ogni pallone, chiudendo 3-5 la partita.

La seconda partita contro Rugby Zurigo-Würenlos purtroppo non è brillante quanto la prima. Forse la stanchezza o l’avvio incerto portano i nostri ragazzi a giocare in modo imbarazzante, dimenticando i placcaggi in panchina e ogni possesso è subito perso. I coach richiamo i ragazzi a mettere in campo una migliore qualità e la strigliata sembra sortire gli effetti desiderati, con i ragazzi che giocano un secondo tempo migliore, anche se con qualche pecca. La partita finisce sul 2-8, un risultato severo ma giusto per quanto visto in campo.

Tutto sommato la giornata è positiva. La prima partita ha dimostrato ai ragazzi che possono giocarsela alla pari con avversari complicati. Resta però una certa mancanza di continuità nel proprio livello di gioco e soprattutto una gestione della collisione con l’avversario poco efficace, in postura alta che consente all’avversario di portare un semplice blocco a spegnere la forza di penetrazione e soprattutto impedire la costruzione di un punto di incontro veloce. Resta poi da risolvere il rebus della mediana che non offre un ritmo di gioco e scelte tattiche convincenti. C’è quindi ancora tanto da lavorare, vi sono miglioramenti ma resta da impegnarsi ancora a fondo su certi fondamentali.