Nel weekend dove al 6 Nazioni si registra il record negativo di spettatori in una partita casalinga della nostra nazionale dal 2012 i nostri miniunni (under 6 e under 8) scendono in campo a Corbetta, giovane club dell’hinterland milanese, nato da un paio di stagioni e solo da quest’anno con un impianto sportivo in gestione.

I delfini di Corbetta un gruppo di rugbysti che scende in campo agguerrito su ogni palloni, mentre fuori dal campo i genitori e appassionati si danno da fare per gestire bar, pulire gli spogliatoi, preparare i campi e garantire un terzo tempo adeguato…. I minirugbysti di casa sembrano sentire intorno a loro questa fiducia e percepiscono l’impegno di quanti fuori dal campo li sostengono lavorando in maniera quasi invisibile per sopperire ad alcune carenza logistiche, ad esempio trasformando in men che non si dica uno spogliatoio in tavola calda o una palestra in bar.

Ci sono Club che preferiscono rinunciare all’organizzazione di raggruppamenti casalinghi, forse per  pigrizia o per altri impedimenti, e chi invece con tenacia a tutti i costi si danna l’anima per far giocare i propri ragazzi in casa e preparare un ottimo terzo tempo. E poi che emozione vedere le partite under 6 arbitrate da un giovane under 10 del CUS Milano che proprio non ce la fa a stare senza rugby e, venuto al campo per vedere suo fratello giocare, chiede agli allenatori un fischietto per poter entrare in campo.   

Un segnale forte quello del calo di pubblico della nostra nazionale, ma attualmente difficile dar torto a chi tra una partita dell’Italia all’Olimpico e un raggruppamento di minirugby a Corbetta continuerà a preferire la seconda…

Personalmente non ero mai stato a Corbetta, ma ci tornerò con estremo piacere, perché quello visto ieri è il rugby “essenziale” che, se ben spiegato a tutti, lascia degli insegnamenti profondi e permetterà ai nostri ragazzi di diventare i migliori rugbysti anche fuori dal campo e forse perchè no un domani alla nazionale di vincere il 6 nazioni con lo stadio pieno.

Under 8

Una decina di miniunni si confrontano alla pari con Tradate, Corbetta Gattico e CUS Milano. Manca ancora qualche sostegno, un po’ di attenzione e alcuni placcaggi, ma c’è ancora tutto il tempo per migliorarsi. Per gli amanti delle statistiche:

vinta con Tradate 4-3
persa con Corbetta 2-0
persa con Gattico 4-1
pareggiata con Cus Milano 2-2

Under 6 con Tradate, CUS Milano, Gattico

In campo insieme a George e Riccardo del Tradate, Asia, Riccardo “piccolo u5”, e Riccardo “grande” corrono, segnano e placcano in continuazione  con CUS Milano e Gattico sostenuti dal loro coach Esteban.