UNDER 10 e UNDER 9: raggruppamento a Corbetta

Torniamo a giocare a Corbetta, ormai anche qui siamo “di casa”.
E meno male, così il direttore di raggruppamento ci è amico e ci perdona il ritardo con cui arrivano i documenti di gara…qualcuno si è perso nelle strade del grigio hinterland milanese e si ritarda l’inizio del raggruppamento fino al suo arrivo… incidenti del mestiere.
Due squadre, che “vanno e vengono”, che si mischiano e si rimescolano a ogni partita.
Siamo con numeri ridotti, qualcuno da forfait senza avvisare e qualcuno non si presenta per problemi di “forza maggiore”, Rosafanti compresi.
Con noi due squadre di Rho, Geas Sesto, Corbetta, Tradate e Rugbio.
Sul campo B giocano il grosso degli u.10 aiutati a turno dai compagni u.9; sul campo A il contrario, ovvero i pochi u.9 supportati, a turno, dai fratelli più grandi: un togli-metti di maglie bianche e verde ananas acerbo, una grande squadra che si supporta e si sostiene.
I più volenterosi vanno ad aiutare anche Geas Sesto, a corto di ragazzi, giocando tutta la mattina senza sosta.
Il bilancio di giornata vede i più piccoli giocare carichi, galvanizzati da questi schieramenti inediti e vogliosi di fare bene. Gli errori non mancano ma la voglia di fare è quella giusta.
I grandi…beh i grandi oggi erano, mi suggeriscono, irriconoscibili… inizialmente addormentati, per niente sul pezzo, spenti.
Migliorano col passare dei minuti ma non sono “quelli di sempre”. La fase difensiva oggi è stata veramente out, il prossimo allenamento sarà concentrato proprio su questo (coach docet).
Giornate storte capitano, l’importante è la voglia di migliorarsi.
Un grazie al tifo dei genitori che sono stati davvero super, un boato da stadio a sostegno dei miniunni, specialmente nei momenti di difficoltà.
E un grazie ancora più speciale ad Alice, insostituibile baby-sitter di fratellini e sorelline a seguito della u.10, sempre dolce e paziente.

UNDER 12: raggruppamento a Cinisello

Questa domenica trasferta a Cinisello Balsamo, dove i nostri Unni sono riusciti a schierarsi solo grazie al supporto dei Rosafanti, che hanno completato la formazione con ben SEI giocatori.  

Dopo un veloce riscaldamento cominciamo con i padroni di casa: gli Unni e i Rosafanti cominciano a giocare mostrando una buona intesa, passando subito in vantaggio e continuando a segnare una meta dopo l’altra. Gli avversari cercano di reagire ma i nostri riescono sempre ad essere schierati meglio anche nelle fasi difensive, mancando solo qualche placcaggio di troppo che consente ai Lupi di Cinisello di segnare alcune mete. L’intensità di gioco rimane alta fino alla fine, e i nostri chiudono l’incontro vincendo 11 a 4. Un bell’inizio!

Due turni di pausa e incontriamo il San Donato Rugby, che si dimostra subito un avversario più ostico. Gli Unni all’inizio riescono ad andare in vantaggio di qualche meta, ma poi subiscono il gioco molto organizzato degli avversari che recuperano velocemente lo svantaggio iniziale. Il primo tempo si chiude in parità (4 – 4) e il secondo tempo è caratterizzato da un continuo botta e risposta delle due squadre, che non riescono mai a distaccare gli avversari per più di una meta. Sul finale il San Donato sembra riuscire ad avere la meglio andando nuovamente in vantaggio, ma gli Unni riescono a pareggiare… Risultato finale 6 a 6!  Bellissima partita dove i giocatori  di entrambe le squadre sono riusciti a coinvolgere i genitori che hanno tifato come ad una finale del mondiale.

L’ultima partita ricomincia subito dopo contro i Black Eagles di Ambivere che impongono alla partita un ritmo molto elevato. La stanchezza e le troppe defezioni si fanno sentire e gli Unni non riescono ad arginare gli avversari che imperversano in tutte le fasi di gioco. Negli ultimi minuti i nostri giocatori cominciano a demoralizzarsi e purtroppo perdiamo per 12 mete a 4. Sicuramente un risultato un po’ troppo pesante…Ma come al solito appena finita la partita tutti si sono fatti i complimenti a vicenda. Anche questo è il bello del Rugby!