Un successo l’incontro con Manuel Ferrari, un gurù della mischia chiusa venuto a Cassano Valcuvia in visita grazie all’amicizia che lo lega a Lino Maffi, nonno del nostro giocatore seniores Francesco Molteni.

Numerosi gli allenatori e i giocatori presenti provenienti dal Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna nonchè dalla vicina Svizzera.

In avvio di giornata molti abbracci e piacere nel ritrovare vecchi amici anche di Piacenza, soprattutto tanta emozione tra Manuel Ferrari e Lino Maffi  personaggi di rugby pieni di passione e legati da un’amicizia sincera costruita su valori profondi che li ha portati a importanti successi sportivi.

Dopo una parte in aula iniziata con una chiosa sull’importanza dei rapporti umani e della costruzione di un senso comune di Club che deve necessariamente essere ingrediente di qualsiasi pacchetto di mischia, Manuel Ferrari ha illustrato alcuni concetti tecnici fondamentali per ottenere una tecnica individuale di spinta efficace. In campo i giocatori presenti hanno potuto provare esercizi con elastici perchè il giocatore deve “esprimersi e sentirsi libero attraverso la tecnica efficace che sia in sicurezza perchè il valore di un avanti è la sua capacità di offrire il suo meglio al pacchetto”

Ha colpito, oltre alla passione per la mischia ordinata, la cura maniacale dei dettagli e l’enorme capacità di analisi e correzione delle posture individuali e dei singoli, la dedizione verso i particolari nella costruzione del pacchetto cioè  passare “dall’io al noi” senza trascurare il sentimento e il senso della cooperazione.

In chiusura di giornata Lino Maffi ha voluto omaggiare i presenti con uno scritto di Manuel Ferrari documento editato nel 1988 dove viene spiegato il concetto di mischia.

Non solo geometrie, angoli o principi della fisica, ma saper leggere le sensazioni, le percezioni e farlo collettivamente con passione e sentimento.

Queste le parole del nostro presidente Alberto Ballarin  al termine della giornata “il Rugby Valcuvia ha avuto il piacere di ospitare un altro interessante stage di tecnica e in particolare di ricevere la visita di Manuel Ferrari, il suo contributo è stato di grande interesse e aiuto per il nostro Club – giocatori e allenatori – e per il rugby del nostro territorio. Desidero rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i miei collaboratori e ai nostri atleti oggi presenti che hanno reso possibile questa giornata.”

M. Ferrari, F. Molteni e L. Maffi
Manuel Ferrari e Lino Maffi