post

SENIORES: 10 anni di 10 Unni

Nell’ambito delle celebrazioni in occasione dei primi 10 anni degli Unni sabato 26 maggio si è svolto dopo molto tempo un bellissimo torneo seniores nella verde perla della Valcuvia.

Le squadre partecipanti erano 4: Amatori Tradate (con una selezione di giocatori dalle giovanili), Rosafanti, Los Gringos e ovviamente i padroni di casa degli Unni.
A rendere poi più folti i ranghi dei partecipanti anche ragazzi provenienti dal Rugby Como e dai Nineteeners varesini.

Si è giocato rugby a 10 in un girone unico dove tutti hanno affrontato tutti, dando vita ad un bello spettacolo sotto il sole estivo che baciava la nostra valle.
Alla fine delle “amichevoli ostilità” a spuntarla sono stati i Gringos, squadra da torneo fondata 2 anni fa dalla nidiata 1993/1994 del Rugby Varese, che in occasione dei tornei estivi si riunisce in questa goliardica e agguerrita franchigia che sabato ha vinto tutte le partite.
Secondi sono arrivati i padroni di casa degli Unni, battuti sul campo solamente dai Gringos nella partita inaugurale del torneo con un punteggio risicatissimo.
Terzi e quarti rispettivamente Tradate (con l’importante apporto dei sopracitati ragazzi di Como) e Rosafanti.

In palio oltre alla gloria c’erano targhe commemorative in legno incise per l’occasione.
È sempre bello vedere la coesione e il divertimento che regala questo magnifico sport chiamato Rugby, dove amicizia e inclusione contano più di tutto il resto.

Sperando di poter replicare questo torneo anche il prossimo anno, chiudiamo con il solito Sempre Forza Unni!

Fabrizio Foresio

post

Unni Valcuvia – Rugby Como 27-19 (17-12)

Unni Valcuvia – Rugby Como 27-19 (17-12)

Formazione Unni: Frattini, Biondolillo (Marinoni), Bossi, Tommaso Foresio, Riserbato, Alberto Rossi, Padula, Fabrizio Foresio, Castiglioni (Lalicata), Olivieri, Magistrali, Antonuzzo (Di Muro, Agostini), Alberici, Perdoncin, Renzi.

Ne: D’Angelo, Tettamanzi.

Allenatore: Enzo Fiorino

Mete: Riserbato, Alberto Rossi, Tommaso Foresio.

Trasformazioni: Alberto Rossi (3)

Cp: Alberto Rossi (2)

Cartellini gialli: Renzi

Giornata di festa in Valcuvia dove gli Unni, sotto un caldo sole estivo, sconfiggono in un acceso derby di fine campionato il Rugby Como, squadra esattamente sopra di noi in classifica e che per quasi tutta la stagione si è giocata la promozione.

I nostri partono fortissimo, scendono in campo carichi per giocarsi una partita che oltre al fascino della battaglia rugbistica offriva anche una storia di campanilismo non indifferente.
Il Como di coach Marco Bianchi è la squadra che ricordavamo: ordinati, organizzati e con una grande propensione offensiva (ottime le linee di corsa dei trequarti e anche il mediano si dimostra tutto pepe per volontà e azione).

Ad aprire le marcature è la nostra ala Daniel Riserbato con una bella meta di rapina, che con la trasformazione e il subitaneo calcio piazzato di Alberto Rossi portano il risultato sul 10-0.
È poi il Como a far paura, schiacciando l’ovale in seguito ad una ripartenza sui nostri ventidue metri.
I valligiani però tornano ad attaccare a testa bassa e trovano un’altra segnatura con capitan Alberto Rossi che schiaccia dopo un bel riciclo del primo centro Tommaso Foresio (oggi davvero scatenato).
Prima frazione che si chiude sul 17-12 dopo una nuova incursione vincente degli ospiti, mai domi e sempre in partita.

Il secondo tempo è acceso quanto il primo: sul campo la battaglia è senza quartiere, e gli Unni fanno di tutto per aumentare il distacco su una formazione che notoriamente da un momento all’altro è capace di ribaltare le partite.
A metà tempo a segnare è così il torello Tommaso Foresio, dopo aver lasciato per terra diversi avversari con una delle sue cariche feroci.
Gli ospiti sono tutt’altro che sconfitti, e segnando nuovamente accorciano il risultato rimanendo col fiato sul collo degli Unni fino alla fine, quando il fischio dell’arbitro per i nostri è una vera liberazione.
risultato finale di 27-19.

Benissimo tutta la squadra, che vince meritatamente contro una formazione quotata e di alto livello.
Ottima la mischia, solida e battagliera come sempre e oggi vero aratro nelle chiuse (bene anche quando nell’emergenza Fabrizio Foresio da terza linea viene spostato pilone destro e fa valere la stazza sulle spinte).
Benissimo poi soprattutto i trequarti, attenti sui velenosi calci comaschi e sugli attacchi quasi sempre contenuti o neutralizzati, oltre a far impazzire la difesa ospite con giocate intelligenti e aggressività su tutti i punti d’incontro.
Nota di merito anche al Como allenato dall’esperto Marco Bianchi: squadra composta da bravissimi ragazzi che non si danno mai vinti e fanno sempre soffrire i valligiani (e che a dirla tutta avrebbero potuto finire la partita con un distacco minore se non fosse stato per un po’ di sfortuna sui calci piazzati).

Ai nostri aspetta un’ultima partita contro i Diavoli Rossi del Varese, e poi potremo dire di aver concluso un grande campionato dove tutti, a partire dal sempre presente Enzo Fiorino, hanno dimostrato quanto valgono.
Quindi sempre Forza Unni!

post

Unni Valcuvia-Voghera 29-24 (17-5)

Unni Valcuvia – Voghera 29-24 (17-5)

Formazione Unni: Frattini, Riserbato, Alberto Rossi, Tommaso Foresio, Biondolillo (Castiglioni), Battaglieri, Padula, Magistrali, Olivieri, Fabrizio Foresio, Alberici, Tettamanzi (Di Muro, Marinoni), D’Angelo (Antonuzzo), Perdoncin, Renzi

Ne: Evangelista

Allenatore: Enzo Fiorino

Mete: Padula, Battaglieri, Tommaso Foresio, Marinoni

Trasformazioni: Alberto Rossi (3)

Cp: Alberto Rossi (1)

Cartellini gialli: Biondolillo, Battaglieri

Una giornata che poteva sicuramente essere vissuta diversamente al campo di Cassano Valcuvia, dove gli Unni vincono ma lo fanno male.
Gli ospiti del Voghera portano la partita sui binari di un inutile nervosismo già dai primi minuti, con i nostri che colpevolmente si fanno trascinare nella confusione e danno vita ad un match brutto da vedere e brutto da giocare.

Veniamo quindi alla cronaca: primo tempo che inizia bene per i nostri che con un calcio piazzato e due mete si portano sul 17-0 nei primi 15 minuti, per poi cadere nella confusione generale e inspiegabilmente smettere di giocare.
La squadra avversaria lascia più di un buco in fase difensiva, soprattutto sui trequarti, ma il Valcuvia per pasticci vari e forse un pizzico di arroganza non riesce a capitalizzare più nulla.
Prima frazione che si chiude quindi sul 17-5 dopo una meritata meta del Voghera, subita anche per colpa della superiorità numerica avversaria al largo dopo un precedente cartellino giallo rimediato dai valligiani.

Secondo tempo che è una fotocopia di tutto ciò che di negativo c’è stato nel primo: gli Unni proprio non ci sono, lasciano spazio e metri ad un avversario che è bravo a sfruttare questi vuoti per segnare ogni volta che può, tanto che la partita è tirata e rimane sul filo del rasoio quasi fino alla fine (dove oltretutto facciamo in tempo a prendere un secondo giallo, colpevolmente, per aver ceduto alle inutili e sterili provocazioni di qualche elemento ospite).
Fischio finale sul punteggio di 29-24 che pur essendo una vittoria fa sorridere davvero poco per come è stata ottenuta.

Peccato, a parte le buone azioni offensive mostrate sui trequarti oggi sono tutti da rivedere: mischia in confusione e spenta, soprattutto quando deve portare sostegno al gioco in campo aperto, mentre i già citati trequarti funziona male in fase difensiva sui calci lunghi pavesi.
Domenica prossima giocheremo una partita molto importante contro una delle squadre che ad ora si sono dimostrate le più forti del girone: il Como di coach Marco Bianchi che fino a poche giornate fa ancora si giocava la promozione.
Sicuramente Enzo Fiorino spronerà i ragazzi a dare il meglio di loro e negli allenamenti si concentrerà in quelle fasi che oggi hanno creato più difficoltà, cosí da concludere come merita la squadra un girone di ritorno coi fiocchi..

In ogni caso, sempre Forza Unni!

post

Unni Valcuvia – Malpensa 13-34 (6-22)


Unni Valcuvia-Malpensa 13-34 (6-22)

Formazione Unni: Molteni, Riserbato, Bossi, Tommaso Foresio, Biondolillo (Marinoni), Battaglieri, Padula, Fabrizio Foresio, Alberici, Oliveri, Magistrali, Antonuzzo (Lalicata), Di Muro, Perdoncin, Renzi.

Non entrati: D’Angelo, Tettamanzi.

Mete: Padula.

Trasformazioni: Battaglieri (1)

CP: Battaglieri (2)

Cartellini: /

Era difficile, si sapeva, del resto il Malpensa non è in cima alla classica per caso né per caso si giocherà il passaggio di categoria a fine campionato.
Era tutta settimana che gli Unni aspettavano questa partita, e infatti oggi ci sono arrivati carichi e con tanta voglia di giocarsela.

Il primo tempo si apre con un calcio piazzato trasformato dagli ospiti e subito ribattuto dal “trasformatore” di giornata Davide Battaglieri.
Il Malpensa ha buone linee di corsa sui trequarti e tanta organizzazione, a cui i nostri oppongono con tutte le forze coraggio e aggressività: bei placcaggi e tanta lotta su ogni pallone.
Il primo tempo purtroppo si chiude con 3 mete della squadra ospite, che sfrutta qualche leggerezza dei nostri e un ottimo gioco di squadra per bucarci dove può.
Peccato, perché anche il Valcuvia ha avuto diverse occasioni di schiacciare l’ovale, sfruttate male per foga o per sfortuna.
Prima frazione del match che si chiude così sul 6-22 (per noi altro calcio piazzato di Battaglieri ad accorciare).

Nel secondo tempo i valligiani entrano in campo più agguerriti e concentrati del primo e, nonostante il fiato che diminuisce e i cambi quasi assenti, lottano su ogni pallone con grande spirito.
È Padula a segnare l’unica meta di giornata, a fronte di altre due mete Malpensa che chiudono il derby sul 13-34.

Tante le note positive, a partire dalla voglia di mettere in difficoltà una squadra organizzata e molto forte sia nel collettivo che nei suoi punti cardini, per finire con la testa dei singoli Unni che dal primo all’ultimo sono entrati in campo per placcare e lottare senza cedere di un centimetro.
Nota di merito a Tommaso Foresio (il fratello Foresio che a rugby ci sa giocare), schierato per la prima volta in assoluto primo centro e autore di una partita di grande sostanza con placcaggi e metri guadagnati su ogni pallone.
Molte bene anche Giorgio Bossi, secondo centro, che si conferma ancora una volta (come se ce ne fosse bisogno) ragazzo senza paura e dalle fattezze marmoree: lanciategli una lavatrice che placcherà anche quella.
Bene poi come già detto tutta la squadra, mischia e trequarti, con chiuse ben gestite e una difesa ordinata nella maggior parte delle situazioni critiche.

Ora ci aspetta un week end di riposo, prima di riprendere a giocare il 29 aprile contro il Voghera, sempre in casa a Cassano Valcuvia, e lì vi aspettiamo ancora tutti a fare il tifo come oggi, che non sapete che carica ci avete dato!
Grazie, e sempre forza Unni!

Fabrizio Foresio

post

Amatori Tradate – Unni Valcuvia 10 – 37 (3-13)

Amatori Tradate – Unni Valcuvia 10 – 37 (3-13)

Formazione Unni: Molteni, Riserbato, Bossi, Alberto Rossi, Biondolillo, Battaglieri, Padula, Fabrizio Foresio, Olivieri, Castiglioni (Lalicata), Magistrali, Antonuzzo (Marinoni), Alberici, Perdoncin, Renzi.

Ne: Tettamanzi, Agostini.

Allenatore: Enzo Fiorino.

Mete: Biondolillo (2), Perdoncin, Alberto Rossi, Magistrali, Padula.

Trasformazioni: Alberto Rossi (2)

Cp: Alberto Rossi (1).

Cartellini rossi: Bossi.

Domenica di festa per gli Unni, che sul difficile campo dell’Amatori Tradate portano a casa un derby molto sentito sfoderando una prestazione maiuscola.
Le danze si aprono con un calcio piazzato di Alberto Rossi ed una subitanea meta di Biondolillo (ieri esplosivo e concentrato all’ala).
A replicare è il Tradate, che trasforma a sua volta un piazzato e difende bene, con i valligiani che un po’ per pasticci loro un po’ per la pressione avversaria si mangiano diverse possibilità di allungare il punteggio sul tabellino, cosicché il primo tempo si chiude sul 3-13 dopo una meta segnata allo scadere da Perdoncin.

Il secondo tempo è quello dell’accelerazione del Valcuvia, che sfrutta il devastante avanzamento della propria mischia (rolling maul inarrestabili e touche perfette con “la Quercia” Magistrali solita sicurezza) per bucare la linea avversaria in confusione, prima con Alberto Rossi e Biondolillo, poi con lo stesso Magistrali e Padula a schiacciare l’ovale.
Nel mezzo una meta ospite dell’ottimo primo centro tradatese , un cartellino rosso a Bossi per un involontario fallo su placcaggio e tanta tantissima lotta sul campo.

Prestazione positiva di tutta la squadra e tanta soddisfazione per coach Fiorino, che meritatamente si gode la vittoria in un bel derby di provincia, sudato e combattuto.

Nota di merito alla mischia che fa valere tutto il suo peso e macina metri su metri durante tutta la partita, come detto soprattutto su rolling maul, permettendo ai trequarti di sfondare definitivamente le linee avversarie in quello che è il più puro spirito del rugby: il gioco di squadra.
E infine un applauso ad Alberto Castiglioni, autore di una partita di sostanza e coraggio, una vita da giocatore a Tradate e ormai da qualche anno con noi in Valcuvia, dove speriamo rimanga ancora per tanto tempo!

 

Forza Unni!

 

 

Fabrizio Foresio

post

Unni Valcuvia – Gattico Rugby 41-15 (29-15)

Unni Valcuvia – Gattico Rugby 41-15 (29-15)

Formazione Unni: Molteni, Riserbato, Bossi, Alberto Rossi, Biondolillo, Battaglieri, Padula, Foresio Fabrizio (Foresio Tommaso), Olivieri, Castiglioni (Martino, Tettamanzi), Antonuzzo (Marinoni), Magistrali, Di Muro (Perdoncin), Alberici, Renzi.

Ne: /

Mete: Alberto Rossi (2), Padula (3), Molteni, Riserbato.

Trasformazioni: Alberto Rossi (3)

Cartellini: /

Partita intensa quella giocata oggi in Valcuvia, dove i nostri Unni hanno inaugurato le nuove maglie da gioco celebrative del decennale sconfiggendo il Gattico, conquistando vittoria più punto bonus.

La partita inizia subito bene con Alberto Rossi che, oggi spostato sul secondo centro, intercetta un pallone e vola in meta al 5′ minuto andando poi a trasformare.
Gli ospiti replicano pochi minuti dopo con un bel drop in movimento della loro apertura, ma passano poco più di 10 minuti che la squadra di casa schiaccia ancora l’ovale per due volte con Padula e poi con Molteni (oggi davvero scatenato).
Gli ospiti sono confusionari sulla linea dei trequarti ma molto solidi in mischia, dove fanno valere peso e aggressività mettendo più volte in difficoltà il nostro pacchetto e andando in meta due volte prima della fine del primo tempo, che con un’altra meta di Padula si chiude sul 29-15.

Il secondo tempo si apre con una girandola di cambi e la lotta in campo continua più aspra di prima.
È di nuovo Rossi a varcare la linea di meta avversaria prima che la partita vada in stallo: si vedono molte occasioni per il Valcuvia che purtroppo non concretizza come potrebbe contro un Gattico molto combattivo ma ormai senza più le energie per tenere una linea di trequarti degli Unni davvero straripante.
Prima della fine del match la prima meta in assoluto per Daniel Riserbato, oggi ala di peso e autore di ottime giocate e molti metri guadagnati.

Partita positiva per aggressività e azioni offensive di tutti, peccato per qualche touche sbagliata di troppo e le difficoltà in mischia chiusa.
Nota di merito per Francesco Molteni che, laureatosi in settimana, torna in Valcuvia per far vedere ciò che sa fare meglio su un campo da rugby: linee di corsa devastanti e cambi di passo che generano tanta confusione in chi si trova di fronte. Gran rugbista e presto sicuramente anche grande architetto paesaggista!
Molto bene poi anche il già citato Riserbato: la prima meta non si scorda mai! Vedere un cinghialotto che gioca ala fa sempre piacere.

Dopo la pausa pasquale, domenica 8 aprile, ai nostri toccherà il duro derby in trasferta a Tradate, dove speriamo di vedervi tutti a tifare come oggi per una bella giornata di rugby e amicizia.
Sempre forza Unni!

Fabrizio Foresio

 

post

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLA PRESENTAZIONE DEL 17 MARZO


Sabato 17 marzo si è svolta presso il Teatro Periferico di Cassano Valcuvia una bellissima presentazione dedicata ai 10 anni di attività del Rugby Valcuvia.

Tanti i presenti tra giocatori della seniores, delle giovanili e tifosi, che il presidente Alberto Ballarin ha salutato e ringraziato per il costante impegno messo al servizio degli Unni.
Ringraziamenti poi anche per il comune di Cassano che ci supporta da tempo e per le varie realtà del nostro territorio quali Protezione Civile, Provincia e Comunità montana.
Ma ecco le esatte parole: “Vorrei fare tre ringraziamenti in questa occasione speciale, il primo va all’amministrazione comunale di Cassano Valcuvia per la disponibilità dell’impianto sportivo in una prospettiva di lungo termine nell’intento di valorizzare questo luogo di aggregazione sociale sul territorio, il secondo va a Groupama Assicurazioni Agenzia di Varese Centro per il contributo che ha reso possibile la realizzazione della nuova maglia, il terzo non meno importante va a tutti i soci di Asd Rugby Valcuvia, dai piccoli del minirugby ai giovani juniores fino alla prima squadra seniores. Grazie ai nostri allenatori, collaboratori e ai genitori che prestano volontariamente il loro tempo per il bene dell’associazione.”

L’evento è stato sfruttato anche per presentare le nuove maglie da gioco della prima squadra, 
celebrative proprio dei 10 anni e molto apprezzate dai presenti.
Le maglie sono state fatte come già accennato anche grazie alla sponsorship “dell’Agenzia di assicurazioni Groupama Varese Centro”, nuovo sponsor del Rugby Valcuvia presentato al momento e presente nella persona di Paolo Foresio, uno dei due titolari dell’agenzia.
Di una maglia in regalo sono stati omaggiati dei modelli d’eccezione: il mitico Cecco Lenotti (fondatore del club), il sindaco di Cassano Valcuvia Marco Magrini e infine proprio Paolo Foresio in quanto sponsor.

(Maglie ordinate dal negozio di Clusone “Clu.sport”, convenzionato con Errea e distributore di materiale da rugby per la Lombardia).

Annunciata dal presidente anche una festa di fine stagione per i 10 anni degli Unni, con data quasi certa fissata per il week end del 26 e 27 di maggio.
 Inutile dire che vi aspettiamo tutti quanti!

Fabrizio Foresio

post

Unni Valcuvia-Saints 57-0 (31-0)

Unni Valcuvia-Saints 57-0 (31-0)

Formazione Unni: Bossi, Marinoni, Padula, Alberto Rossi, Molteni, Battaglieri, Pierobom, Magistrali, Lalicata (Tommaso Foresio), Olivieri, Alberici, Agostini (Tettamanzi), Di Muro (D’angelo), Perdoncin, Renzi

Ne: Biondolillo

Allenatore: Enzo Fiorino

Mete: Padula (2), Pierobom (2), Perdoncin, Renzi, Alberto Rossi, Alberici, Marinoso

Trasformazioni: Alberto Rossi (6)

CP: /

Cartellini gialli: /

Oggi in Valcuvia si è giocata la quarta giornata di ritorno di questo campionato, rinviata dalla scorsa domenica causa neve.
Il campo, reso una pozza d’acqua dalla gelida pioggia battente, non ha di certo facilitato il bel gioco rendendo la partita più confusa di quello che sarebbe stato altrimenti e impedendo la circolazione del pallone: è stata una partita “sporca”, giocata sui punti d’incontro e sulla pura lotta.
Gli Unni in ogni caso hanno fatto gli Unni, vincendo la partita con punto bonus e facendo vedere buone cose rimanendo coesi e attenti fino alla fine.

La cronaca del match in sé ha poco da raccontare: come già detto la partita è stata poco spettacolare e parecchio confusa a causa del campo praticamente allagato, ma si può comunque dire che sia stata a senso unico, con la superiorità del Valcuvia mai in discussione nonostante l’impegno degli avversari di Abbiategrasso (che comunque si dimostrano un avversario ostico sul piano fisico e con un bel gioco al piede).
Il primo tempo si chiude sul 31-0 e il secondo segna 57-0.

Insomma, bene tutta la squadra con Nicolò Magistrali in grande spolvero (una vera sicurezza in mischia come fuori, sempre attento e aggressivo al punto giusto).
La nota più positiva di giornata rimane comunque il ritorno in campo Giorgio Bossi, roccioso ragazzone di Cunardo fermo da inizio stagione per motivi personali e appena tornato in squadra. Come ci mancava vedere quel placcaggio secco!

Ora appuntamento a sabato 17 marzo al teatro di Cassano Valcuvia per la presentazione dei 10 anni della nostra società, e a seguire domenica 18 marzo a Varese quando i nostri scenderanno in campo contro i Diavoli Rossi.

Forza Unni!

Fabrizio Foresio

post

Gli Unni compiono 10 anni: la presentazione al Teatro Periferico

Sabato 17 marzo è una data importantissima: gli Unni infatti “invaderanno” il Teatro Periferico di Cassano Valcuvia (in via IV Novembre) per presentare alcune novità della stagione 2017/2018, che sigla i 10 anni dalla nascita del club fondato dal professore di educazione fisica Cecco Lenotti , che con un manipolo di ex studenti portò il rugby nella nostra bellissima Valle.
L’orario dell’evento è fissato per le 18:00, con la presentazione da parte del presidente Alberto Ballarin e di alcuni associati a cui seguirà un rinfresco per tutti.
Non anticipiamo nulla in merito alle tematiche della presentazione perché deve essere una sorpresa!
Oltre a tutti gli associati e sostenitori del club verranno invitate all’evento anche le autorità di Cassano Valcuvia e numerose associazioni del territorio, vi aspettiamo numerosi, come sempre tutti sono i benvenuti.

Forza Unni!

Fabrizio Foresio

post

UNDER 16: una squadra che sa essere gruppo

Sostiene un famoso allenatore di pallavolo che una squadra può anche essere gruppo, ma questa non è una condizione indispensabile per essere vincente, perchè la dinamica di una squadra si basa su un gioco suddiviso per competenze seguendo regole precise, mentre quella del gruppo, con il tempo, tende a evidenziare gli aspetti da migliorare direttamente tra giocatori.
Partita dopo partita, soprattutto in questo 2018, i nostri ragazzi stanno dimostrando passo dopo passo di trovare un’alchimia giusta fatta di un gruppo-squadra che fa dell’impegno comune oltre il risultato la sua forza.
Nonostante il tabellino finale delle mete recita 3 a 14 in favore della franchigia Ticinensis la cronaca del match narra infatti di una buona pressione difensiva che porta alla meta coast to coast di Tiemtore nel primo tempo e a diverse iniziative offensive basate principalmente su un gioco di affrontamento individuale ben sostenute dalla squadra.
Fino al fischio finale, per tutto il match i ragazzi hanno continuato a giocare difendendo con determinazione e provando a cercare la quarta meta anche a tempo oramai scaduto; sugli scudi il solito Tiemtore con una prestazione impeccabile arricchita da due marcature e Marco Quaranta, poi eletto man of the match, che seppur non in perfette condizioni ha giocato da vero leader sia in attacco che in difesa.
Sempre Gianpaolo Montali, il citato allenatore di pallovolo, dice che “nello sport vince sempre la squadra e non il gruppo”, su questo aspetto noi la pensiamo diversamente, perché la nostra squadra deve essere prima di tutto un gruppo unito, compatto e solidale che agisce in autonomia. Il compito del nostro staff tecnico è di costruire una squadra che comprenda tutto il gruppo, senza escludere quelli che ancora faticano ad andare oltre i propri limiti, un gruppo che non abbia bisogno di allenatori, dove tutti sono disponibili a lasciare la scena ad un compagno e diventare dei “finishers”, per dirla alla Eddie Jones guru del rugby, senza sentirsi dei panchinari esclusi.
Ora un altro stop perché il prossimo weekend va ancora in scena il 6 Nazioni, poi il primo sabato di marzo andremo a Milano per affrontare l’Amatori&Union.

Marcature:
primo tempo:  1’ meta Ticinensis tr (0-7), 7’ meta Ticinensis tr (0-14), 9’ meta Ticinensis tr (0-21), 13’ meta Ticinensis tr (0-28), 18’ meta Ticinensis tr (0-35), 19’ meta Ticinensis tr (0-42), 23’ meta Tiemtore trasf Bui (7-42), 26’ meta Ticinensis tr (7-49), 30’ meta Ticinensis tr (7-56).
secondo tempo:  1’ meta Ticinensis tr (7-63), 3’ meta Ticinensis nt (7-68), 7’ meta Ticinensis nt (7-73), 12’ meta Quaranta M. Nt (12-73), 16’ meta Ticinensis nt (12-78), 22’ meta Ticinensis tr (12-85), 25’ meta Tiemtore nt (17-85), 35’ meta Ticinensis nt (17-90).
Trasformazioni: Bui 1/2, Conti 0/1, Ticinensis 10/14

Man of the match: Marco Quaranta

Giocatori scesi in campo:
Beckers, Borsani, Bui (cap), Conti, Cortellezzi, Daverio, Falconi, Maiuolo, Neri, Porretti, Pozzi, Quaranta A., Quaranta M., Tiemtore (v.cap), Torno, Vigo, Zaccaria.

Risultati:
San Donato – Lainate 20-0 rinuncia Lainate
Tradate – Ticinensis 17-90
Verbania – Malpensa 31-0
Como – Amatori&Union 96-0

Classifica:
Como 40*
Verbania 36*
Malpensa 32
Amatori&Union 30
Ticinensis 22
San Donato 16
Tradate 1
Lainate -7
* = una partita in meno
Nota bene: Lainate a fronte della terza rinuncia è stata esclusa dal campionato.

Ivan Maglia