post

MINIRUGBY: 10 Anni di Unni

Sabato 26/5 UNDER10/UNDER12

Dopo giorni di pioggia il sole ci fa compagnia già dal primo mattino di questo sabato speciale,quello del week end della festa per i 10 anni del Rugby Valcuvia.
La giornata si prospetta lunga, calda e faticosa. Ma siamo Unni, mica ballerine (come diceva sempre un caro amico!) e quindi pronti che non ci si tira mica indietro.
Si tracciano i campi, guarda che è troppo lungo, no forse è troppo largo, no fidati ho già controllato io va bene,piazza conetti e bandierine.
Va bene allora organizziamo le partite, prepariamo tante bottiglie d’acqua che oggi servono e cerchiamo un paio di responsabili di campo che spalmati di crema solare stiano lì a segnare tempi e punti.
I ragazzi arrivano con in tasca tanta voglia di giocare e allora in campo, che non aspettiamo altro!
Otto miniUnni u10, guidati dal grande Castro e sostenuti dall’altrettanto grande vocione di Max, rispondono all’appello e si presentano pronti a dare battaglia a suon di mete e placcaggi: Leo, Marco, Thomas, Filippo, Giacomo, Tommaso, Sebastiano e Pietro.
Beh che dire… quattro partite in cui danno il massimo, ogni tanto la corsa rallenta perché il caldo e la stanchezza si fanno sentire, ma giocano con grinta e cuore, senza arrendersi, senza mai darsi per vinti e riescono a portare a casa tutti risultati a loro favore!
Alla fine c’è chi se la ride di gusto, chi a fatica sta in piedi e chi versa calde lacrime di gioia non riuscendo quasi a credere nel risultato ottenuto.
Grazie davvero perché vedervi giocare è sempre una grande emozione!!
Doccia rigenerate acclamata a gran voce e poi a riempire le pance che il terzo tempo è pronto.

I grandoni del minirugby, gli u12,oggi anche loro sono insieme a noi. È o non è la nostra festa??? certo che sì! e quindi non “viaggiano da soli”come ai raggruppamenti regionali ma sono qui a gozzovigliare, pardon ,giocare vicino a noi!
Per loro mi vengono in aiuto le parole di coach Luca,che da sola fin la in fondo non ci vedo mica!
Per vari motivi i nostri u 12 sono con numeri ridotti… con Oleggio, Rasafanti e Milano nord si decide di fare solo 2 squadre, e di giocare 3 tempi da 15 minuti… non molti ma indubbiamente molto intensi. In campo c’erano Marco, Tommy, Edo, Ale, Lorenzo, Pietro, Benji, Nico e Jacopo che insieme agli amici Rosafanti danno origine a una bella battaglia all’insegna del rugby e del divertimento. Alla fine i soli unici grandi vincitori sono i ragazzi, che si sono impegnati e ma soprattutto divertiti.

La giornata continua in campo con il torneo dei seniores e fuori con giochi di squadra e gita alle trincee (per la gioia soprattutto delle mamme!) accompagnati da genitori,fratellini/sorelline e amici.

Tutti in trepidazione perché alle ore 20:00 viene presentata la nuova maglia per minirugby e juniores.E allora da bravi mettetevi ordinati in fila indiana dagli u6 agli u16 al cospetto di Alberto per ricevere la nuova divisa,una medaglia-porta chiavi celebrativa dei 10 anni nonché portafortuna per la prossima stagione e fare una bella foto di gruppo.

Domenica 27/5 UNDER6/UNDER8

E non è mica finita!!!Domenica mattina è il turno dei più piccoli, i più scatenati!!
Il sole splende ancora in cielo e un piacevole filo d’aria ci aiuta a respirare meglio.
Alla spicciolata arrivano le squadre ospiti,tante faccine con pochi denti😂pronte a divertirsi.
Gli u6 sono parecchi, decidiamo di fare due squadre, cosicché tutti possano giocare più tempo possibile. Con noi infatti c’è l’amico di Legnano Pietro e poi Elia dei Rosafanti, sempre bello averlo con noi, ci porta Alessandro, pronto a schierarsi insieme alla banda degli Unni più piccoli: le nostre quote rosa Alessandra&Asia, Massy, Jacopo, Edo, Tommy, Simone, Riky&Riky, Manuel, Adam.
Tra un sorso d’acqua, un biscotto, un cambio di maglia, un abbraccio al compagno, una carezza della mamma, la banda dei piccoli gioca tre partite una dietro l’altra.
Le gambine un po’ cedono, le pance sono vuote ma i nani sono sul pezzo e danno sfoggio di quanto imparato durante la stagione. L’ultima partita sembra interminabile, il terzo tempo chiama e i piccoletti felici vanno in doccia e si fiondano su un bel piatto di pasta fumante.


Intanto nel campo vicino i fratelloni u8 si danno il loro bel da fare:  Lorenzo, Alex, Cristian, Elia, Edo&Edo, Carlo, Nathan e Tommy schierati in campo insieme a Susanna e Nicola dei Rosafanti.
Castro impera da bordo campo, i genitori-supporters vicini vicini tifano e si abbrustoliscono sotto al sole. La scorta di crema solare inizia a consumarsi tant’è che il buon Dave gira per il campo offrendo anche la sua!I ragazzi fanno vedere un bel gioco di squadra e portano a casa tre vittorie e una sconfitta in una partita lottata all’ultima meta.
Da bordo campo tutti sono soddisfatti, i miniUnni pure, quindi bilancio della giornata molto positivo!
Doccia e a rifocillarsi.


Il pomeriggio è dedicato ai ragazzi delle categorie Juniores.

Chiudo con un grande GRAZIE, alla società, al Presidente, agli allenatori, ai genitori di tutte le categorie, ai Seniores con mogli e fidanzate, agli atleti del minirugby e juniores, a chi è venuto a trovarci e a giocare con noi.
La festa è riuscita alla grande, è stata di tutti e per tutti. Questo credo sia il miglior modo di chiudere la stagione ma soprattutto di iniziarne una nuova, fatta di collaborazione, sostegno,aiuto reciproco, per far crescere questa nostra realtà sportiva,il Rugby Valcuvia

Forza Unni!

post

Torneo città di Treviso – 12/13 maggio 2018

Puffolino o Topolino??Chiamalo come vuoi ma quando arrivari alla Ghirada la mattina (presto!!), vedere questa distesa di campi animarsi e riempirsi di minirugbisti di tutti i colori, accompagnati da allenatori, accompagnatori, genitori… si respira un’aria che ti stampa un sorriso a 79 denti e che, con aria sognante, ti fa dire “ Il Topolino è il Topolino” .

Perché non c’è nulla come il Topolino.

Squadre che arrivano da ogni dove d’Italia e non solo, per un tour de force di due giorni in cui ai minirugbisti viene chiesto di giocare ad altissimo livello. E’ un’ occasione per i compagni di passare due notti fuori e cementare amicizie e stabilire sodalizi. Uno di quei Tornei in cui si vanno a cercare quelle squadre conosciute in altre occasioni e che, avversari si , ma amici pure.

Un andirivieni di atleti in miniatura che da un campo si spostano all’altro, nani U6 che in fila indiana attaccati a una corda o con le mani sulle spalle del compagno davanti si guardano in giro un po’ sorpresi di tanto sciamare in giro. Genitori urlanti che da bordo campo incitano i propri prediletti ma che scoppiano in fragorosi applausi quando l’avversario dimostra la sua bravura.

E questa squadra “Arlecchino” nata dall’impegno di Malpensa di far sì che i bambini, non solo i loro bambini, abbiano sempre la possibilità di giocare. Una squadra fatta di bambini che si sono conosciuti su campi diversi neppure un mese fa e che, colori diversi, al Topolino ci sono venuti indossando la divisa bianco/blu in campo e una T-shirt bordeaux assolutamente personalizzata con il nome del minirugbista in questione, per il pre e post partite.
Non importa quanti Topolini si siano già fatti, l’impatto è sempre e comunque impressionante, la tensione alle stelle. Tredici minirugbisti che hanno dato tanto, che, sveglia all’alba e sotto il sole cocente non hanno mollato un momento, che hanno fronteggiato mostri sacri come la Benetton A e non contenti pure la Benetton B. Che la sera in albergo mica sembravano stanchi, salvo poi crollare sul cuscino. Primi del loro girone sabato, si sono aggiudicati un 20esimo posto sulla bellezza di 85 squadre.

Un grazie doveroso a Malpensa, agli organizzatori come ai genitori, che ci ha aperto le braccia, che si sono prodigati perché anche gli ultimi arrivati potessero partire con loro … ma che soprattutto hanno organizzato una “cambusa” degna di questo nome 😁. A parte gli scherzi, questo grazie è davvero doveroso perché avere ancora la possibilità di vivere “L’Esperienza Topolino” è tanta roba.
Ma, soprattutto, crediamo tutti saranno d’accordo nel voler ringraziare questi tredici piccoli MalpUnni Nicolò Andrea Lorenzo Giovanni Achille Simone Luca Alain Tobia Leonardo Pietro Tommaso Thomas che la pelle d’oca ce la fanno venire ogni volta che scendono in campo.

Helen,Tiziana&Alessandro,Paolo,Max,Pamela.

post

UNDER 6/8/10- Rho 6 maggio 2018

CRONACA U6/8/10

Calda Domenica di primavera che i miniUnni trascorrono sul campo di Rho.
U6 e u8 giocano la mattina, i fratelli maggiori u10 al pomeriggio. I più piccoli, raggiunti dagli amici di Rosafanti, alle 10:00 sono pronti per entrare in campo.

Breafing d’ordinanza tra allenatori, distribuzione di tante bottiglie d’acqua per i mini-atleti, foto di squadra, nastro isolante sui tacchetti, paradenti in bocca e via.

Under 6

Gli U6 riescono a schierare due squadre, una che veste i colori di Valcuvia guidata da Max e l’altra dei Rosafanti guidata dal simpaticissimo Elia. Faccette felici che con gioia si alternano sui tre campi, andando anche, al bisogno, ad aiutare gli avversari che hanno numeri più tirati.

Un tripudio di colori, blu, bianco, verde (o giallo?!), nero e rosa, bimbi mischiati che vanno da una squadra all’altra per onorare questo gioco bellissimo che si basa sul sostegno reciproco.

Under 8

Gli u8 di Castro schierano una squadra, i tanti malati devono rinunciare, ma i compagni presenti non si tirano indietro e giocano anche per loro. Da bordo campo indicazioni preziose su come muoversi e su cosa fare per dare sempre il massimo, al di là del risultato numerico finale. Bravi ragazzi, l’impegno è fondamentale!

Genitori fantastici che dalle tribune incitano i miniUnni e accorrono alla rete tra una partita e l’altra a complimentarsi con loro.

Fa caldo, la zona d’ombra è davvero risicata ma in attesa delle premiazioni i miniUnni trovano una striscia ombreggiata per rinfrescarsi, abbeverarsi, schizzarsi a suon di “bottigliate”ed esercitarsi sul placcaggio di…Castro e Max, che li intrattengono a loro rischio e pericolo 😂Il divertimento è assicurato!

Arrivano le premiazioni, la foto ricordo e tutti pronti per doccia e terzo tempo,che i ragazzi hanno fame.

Nel miglior spirito rugbistico le buone forchette dei miniUnni rendono onore al terzo tempo e tra un bis di pasta e un ghiacciolo chiudono la loro calda giornata.

Under 10

Ore 14:00 scatta la chiamata dei fratelloni u10,anche se a dirla tutta qualcuno si era già infiltrato nel terzo tempo dei più piccoli prima di fiondarsi in campo con la bocca ancora sporca di sugo.

Il sole è caldo e picchia davvero a quest’ora ma il gazebo verde della Croce Rossa si intona alla perfezione con il colore verde/giallo delle maglie e allora perché non approfittare dell’ospitalità tra una partita e l’altra? Poi, diciamocelo, i MiniUnni sono simpatici, Andrea  pure, e Max non ne parliamo e quindi l’ospitalità è assicurata!
Una U10 scatenata quella che è scesa sul campo di Rho accompagnata da un tifo da stadio dalle tribune 8 MiniUnni che, senza cambi, sotto il sole cocente, e giocando partite una di seguito a quell’altra,  hanno dato davvero tutto nelle prime quattro partite e nelle ultime due ci hanno provato, perché non ci si arrende mai, perché non è  finita finchè non è finita.

Un Grazie a Paolo&Paolo che non hanno potuto essere presenti ma che sappiamo aver seguito i loro ragazzi  anche da lontano.

Ma soprattutto, Grazie miniUnni u6/u8/u10 perché arrivare al lavoro il lunedì mattina senza voce, sa di una domenica passata ad incitarvi e gioire con voi!

Forza Unni