post

MINIRUGBY: Torneo dell’Orso

La sveglia suona molto presto, il ritrovo sul campo di Biella è fissato di buon’ora.
Alla spicciolata arrivano tutte le categorie del minirugby.
Dopo un sabato primaverile, il tempo della domenica è poco clemente: una fastidiosa pioggerella accompagna la giornata, l’aria è fresca, anche troppo.
E allora fuori i k-way dagli zaini per cercare di non bagnarsi troppo, che la giornata è lunga. Lo staff del Rugby Biella è un perfetto padrone di casa, ci regala un torneo con un’accoglienza e un’organizzazione impeccabili.

UNDER 6



I nostri tre nani u6 oggi giocano aggregati ai simpaticissimi amici del Rugby Gattico.
I 7 guerrieri entrano subito in sintonia mostrando in campo le loro abilità e battendo il Piacenza rugby con un combattuto 5-4.
Neanche il tempo di bere e si gioca nuovamente contro il Rozzano. La squadra avversaria è molto organizzata e si porta in linea di meta due volte.
Si cambia registro e i nostri cominciano a mostrare delle belle azioni ed arrivano anche le prime mete. La partita finisce 5 a 2 per gli avversari del Rozzano, che si aggiudicheranno il primo posto del torneo.
Dopo una piccola pausa, qualche cioccolatino e qualche pezzo di salame e formaggio si torna in campo contro l’Ivrea portando a casa una bella vittoria 7-1 ed il secondo posto del girone. Si gioca quindi per contenderci i posti tra il quinto e l’ottavo. Si vince contro il Cernusco (5-3) e contro il Santa Rita (3-2). È arrivato il momento dell’ultima partita. I nostri giocatori sono molto stanchi ed infreddoliti perché la pioggia si è fatta più insistente. Si torna in campo contro il Pavia davanti ad un tifo di genitori sfegatati!
Qualche disattenzione e qualche svista arbitrale portano la nostra squadra sotto di 4 mete a 3.
Il torneo finisce al sesto posto su 16 squadre. Un grande risultato è soprattutto un grande divertimento. Bravi piccoli Unni e grazie Gattico è stato bellissimo giocare con voi!

UNDER 8


Sono solo 7 i miniunni arrivati a Biella, qualche defezione dell’ultimo minuto per malattia ha costretto i compagni a casa.
Belli coperti dai k-way di ordinanza scendono in campo per il riscaldamento. E subito dopo…che fame!
E va beh, meno male che Ale si ricorda sempre di portare qualche cioccolatino e caramella, tenendoli lontani da Max, che altrimenti per i piccoli non me restano più.

Basta scherzare, è ora di giocare, prima con Ivrea e poi contro Velate: in entrambe le partite non riusciamo a portare a casa un risultato favorevole, ma i miniunni ce la mettono sempre tutta per fare bene ed escono dal campo sempre divertiti e sorridenti.

Un po’ di attesa per permettere agli organizzatori di comunicare i nuovi giorni e tutti al caldo nello spogliatoio.
Le attese oggi sono (giustamente) parecchie e non sempre per i bambini è facile resistere a questi “tempi morti”. Per diventare grandi però bisogna imparare anche a gestire questi momenti e i nostri unni da inizio stagione a oggi hanno fatto passi da gigante!
Questi progressi come gruppo, come squadra, basati sull’aiuto reciproco e sul rispetto, sono quelli che contano di più e che oggi, al di là del numero di mete in campo, sono certamente quelli che rendono orgogliosi allenatori e genitori di questo sparuto numero di miniunni.

Di nuovo fuori sotto la pioggia per un paio di partite: perdiamo con Santa Rita e vinciamo con Biella verde. La fame è tantissima e allora di corsa alla mensa per il terzo tempo.
Restano ancora due partite da disputare e la stanchezza si fa sentire, giocare una giornata intera con un solo cambio non è facile. Ma nessuno si tira indietro e rigenerati dal terzo tempo vinciamo contro CusPo.

Manca solo la finale con Moncalieri: il risultato è incerto, dal campo contano vittoria di una meta ma poi la registrazione ufficiale dice che Valcuvia perde di una meta. Non importa, non ci formalizzeremo certo per questo! Un grande applauso alla tenacia dei piccoli-grandi u8!

UNDER 10


I ragazzi sono carichi, dopo una buona mezz’ora di riscaldamento e un po’ di attesa tocca a loro.

Prima partita contro CusPo, vittoria netta 8-0.
Altra pausa e poi ci toccano subito quei giganti dei padroni di casa, qualcuno si chiede se non abbiano sbagliato categoria!
La partita è davvero bella, intensa, senza respiro. Patiamo i placcaggi parecchio alti degli avversari e ci facciano distrarre dal loro gioco molto fisico. Siamo vicini a un meritato pareggio ma la situazione si ribalta in un attimo e perdiamo 3/1. Non importa, queste sono le partite che vogliamo vedere, che ci fanno diventare grandi, alzare il livello.
Qualche lacrima per stemperare la tensione e al caldo nello spogliatoio.

Andiamo a giocare per definire le posizioni 9-16.
Troviamo Gattico: siamo spenti, quasi demotivati… pareggiamo 1/1 con una partita davvero brutta.

E allora Castro chiama a raccolta il gruppo, li fa abbracciare, li incita, gli racconta che così fanno anche i grandi prima di una partita, li sprona a guardarsi negli occhi.
Sono pronti, sono tornati quelli combattivi di sempre: prima contro Amatori Genova e poi con Volpiano, nessuno ha scampo, gli Unni sono tornati!

Con grande merito e davvero tanto sforzo fisico approdano alla finale 9/10 posto:non serve neanche dirlo, siamo talmente carichi che contro Rozzano diamo spettacolo. Chiudiamo noni, perdendo una sola partita contro i padroni di casa che poi vinceranno il torneo e con la consapevolezza di quanto di buono abbiamo fatto.
Le parole più belle me le regalo due u10: ci siamo divertiti talmente tanto, siamo stati dopo la difficoltà una squadra così Squadra… che oggi ci sentiamo davvero i vincitori, non importa cosa c’è scritto sui fogli di classifica.
E allora…un applauso speciali a tutti i ragazzi e soprattutto a quelli che non hanno lasciato i compagni fino alla fine nonostante tutte le botte che si sono presi!

UNDER 12


Il 14° trofeo dell’Orso comincia subito in salita e incontriamo il CUS Genova. Sarà colpa della levataccia o forse del viaggio ma gli Unni non riescono ad entrare in partita lasciando agli avversari l’iniziativa per tutta la durata dell’incontro… Purtroppo perdiamo per 6 mete a 0.

Subito dopo rientriamo negli spogliatoi dove l’allenatore Paolo ha incitato i nostri atleti a giocare al massimo delle possibilità, evidenziando tutti gli errori commessi.

I piccoli unni rientrano in campo con il Biella Bianca e mostrano di aver capito la lezione: questa volta l’iniziativa è dei nostri che riescono a far valere le proprie capacità. Si rientra negli spogliatoi con una bella vittoria: 8 mete a 0!

Una piccola pausa cominciamo le semifinali dove troviamo il Volpiano. La partita è abbastanza equilibrata ma gli Unni commettono troppe ingenuità, consentendo agli avversari di segnare due mete con le quali si assicurano la vittoria.

Finalmente è ora di mangiare! Qui i padroni di casa hanno mostrato un’eccellente organizzazione, fornendo un ottimo pasto a tutti i bambini, che hanno apprezzato ripulendo tutti i piatti.

Dopo pranzo troviamo i Lyons Rugby, che nuovamente sembrano più organizzati nel gioco aperto. I nostri Unni cercano di reagire ma alla fine devono arrendersi per 5 mete a 1.

Si continua con il Settimo Torinese; questa volta i nostri avversari sembrano essere al nostro stesso livello e per tutta la partita nessuna delle due squadre riesce a prevalere. Dopo un continuo botta e risposta chiudiamo per 2 a 2!

I risultati portati faticosamente a casa ci consentono di accedere alla finale per il 13° e 14° posto, dove troviamo il Gattico. La stanchezza si fa sentire da entrambe le parti e ogni tanto si è arrivati a qualche contatto troppo duro. Nonostante questo la partita è risultata molto equilibrata, ma purtroppo gli Unni hanno commesso qualche errore di troppo nelle fasi offensive, non riuscendo a capitalizzare tutti gli sforzi. Si chiude quattordicesimi… Un bel risultato e sicuramente una bella esperienza per tutti!