post

Chiusura definitiva della stagione sportiva

Alla c.a. Sig.ri ATLETI,
Allo STAFF TECNICO
e Sig.ri ASSOCIATI
OGGETTO: SOSPENSIONE DEFINITIVA DELLA STAGIONE SPORTIVA 2019/2020
Buongiorno,
facendo seguito alla comunicazione pervenuta agli scriventi dalla Federazione Italiana Rugby,
siamo a comunicare con sommo rammarico la SOSPENSIONE DEFINITIVA DELLA
STAGIONE SPORTIVA 2019/2020. Sono pertanto annullate tutte le assegnazione di punteggio e
titoli, nonché sono sospese le promozioni e le retrocessioni delle varie squadre giocanti nei diversi
campionati.
Quest’azione, unica nel suo genere, per quanto riguarda il nostro sport dal secondo dopoguerra ad
oggi, è un atto dovuto nei confronti di tutte le persone vicine alla relata del rugby italiano, al fine di
tutelarle al meglio.
La F.I.R. comunica che l’attività riprenderà regolarmente nel periodo consueto (Settembre/Ottobre),
ed esorta ogni Club a prepararsi al meglio per la stagione che verrà.
Il Consiglio Direttivo comunicherà, in ovvia concomitanza al termine dell’emergenza nazionale, la
ripresa delle attività presso la struttura sportiva della società.
Con la speranza che quest’incubo termini al più presto, il Presidente ed il consiglio tutto, augurano
alle S.V. una buona giornata.
Cassano Valcuvia, lì 28/03/2020
Il Presidente
Evangelista Paolo
Il Consiglio Direttivo

post

La Fir ha deliberato la chiusura definitiva dei campionati

Nel consiglio federale di ieri, svolto in videoconferenza, la Federazione Italiana di Rugby ha deciso di chiudere la stagione annullando le classifiche di tutte le categorie. Al momento della ripresa che ci auguriamo si verifichi a ottobre, il Valcuvia ricomincerà un nuovo campionato di serie C2, ma ora la cosa più importante è preservare la salute nostra, dei nostri cari e di tutti i cittadini. È bello pensare che tutti insieme stiamo compattandoci in mischia per affrontare un avversario più forte di noi, ma nel rugby come nella vita, i più forti fisicamente possono essere battuti dalla tecnica e dall’astuzia di tutta la squadra.

Segue il testo completo della delibera federale

Il Consiglio Federale della FIR si è riunito in video-conferenza giovedì 26 marzo per definire le azioni da adottare a fronte della pandemia da Covid-19 attualmente in atto, dopo aver temporaneamente sospeso sino al 3 aprile ogni forma di attività agonistica.
L’organo di governo del rugby italiano ha deliberato la sospensione definitiva della stagione 2019/2020.
La decisione del Consiglio determina la mancata assegnazione dei titoli di Campione d’Italia previsti dai regolamenti e, al tempo stesso, di tutti i processi di promozione e retrocessione. La ripresa dell’attività domestica per la stagione 2020/21 sarà successivamente normata dal Consiglio e comunicata al movimento.
Nell’assumere una decisione che non ha precedenti nella storia del rugby italiano dal secondo dopoguerra ad oggi il Consiglio ha tenuto in massima considerazione i valori fondanti del rugby italiano e il loro attivo impatto sulla società civile e sui Club, nell’intento di rispondere a tre aspetti imprescindibili:
– tutelare la salute e il futuro dei giocatori di rugby di ogni età e livello del nostro Paese, delle loro famiglie e delle loro comunità.
– mostrare come il Gioco di Rugby sia pronto a rispondere eticamente alle condizioni complessive del Paese, duramente sfidato sul piano sanitario ed economico dalle vicende epidemiche attuali anche affrontando – come opportuna forma di condivisione – il sacrificio di una sospensione tanto incidente sull’attività agonistica nazionale.
– consentire ai Club di ogni livello di operare in regime di chiarezza rispetto alle attività previste nei prossimi mesi.
Il Presidente e il Consiglio ribadiscono inoltre che l’attenzione della Federazione è massimamente rivolta alle Società, ai giocatori, ai tecnici e agli staff, ai dirigenti, ai direttori di gara e, più in generale, a tutte le componenti del nostro movimento e che, nella prospettiva di una loro tutela, saranno varate misure di sostegno straordinarie.
Tali misure saranno approntate dal Presidente e dal Consiglio nelle prossime settimane, in coerenza con le indicazioni del Consiglio dei Ministri, del CONI, degli organi internazionali di cui FIR è membra e con l’esigenza del mantenimento di una sostenibilità complessiva del bilancio federale. A tal proposito, il Consiglio Federale ha definito di aggiornarsi alle ore 15 di mercoledì 1 aprile 2020

post

Ipotesi sul futuro del rugby

Il rugby si è fermato, come tutto lo sport a metà del mese di febbraio. Il coronavirus che in un primo momento  poteva apparire solo come una minaccia alla salute pubblica, ha rapidamente messo sotto scacco tutto il mondo dando corpo a una terribile pandemia che sta mettendo in ginocchio famiglie intere che con strazio non hanno nemmeno potuto dire addio ai propri cari e tutto il settore economico bloccato da un virus che nemmeno il  regista del peggior film di fantascienza avrebbe potuto sceneggiare. Lo spirito del nostro sport è quello di guardare con serenità il futuro e a tal scopo il sito rugbymeet.it ha fatto una curata ricerca intervistando i principali rappresentanti del rugby Italiano, in tal senso vogliamo proporre l’ottimo lavoro svolto dai colleghi della principale testata online del settore che potete trovare consultando il link sottostante.

 

https://www.rugbymeet.com/it/news/top12/annullamento-o-ripresa-del-campionato-le-squadre-di-top12-si-schierano?fbclid=IwAR1C1GT2Jxda5GUhDe53zOXyNDvMcwpy8YHn49w1ZOrlLw1a5CoM1esNfGU

post

#DISTANTISTIAMOUNITI #INSIEME

Negli scorsi giorni la Federazione ha diramato le disposizioni sanitarie che devono essere scrupolosamente seguite da tutti. Ecco riportato il testo completo diramato da federugby.it che deve essere letto scrupolosamente e al quale tutti dobbiamo attenerci:
DISTANTI MA UNITI: ALCUNE INDICAZIONI PER I NOSTRI CLUB!
Nelle settimane a venire le disposizioni governative a tutela della salute di tutti noi ci costringeranno a cambiare temporaneamente alcune nostre abitudini.
Questo avrà un impatto inevitabile anche sul nostro sport e sui nostri Club, che dovranno rimodulare il proprio modo di comunicare con i propri tesserati, senza rinunciare a far vivere loro l’ambiente societario.
Oggi la Federazione Italiana Rugby non può fornire indicazioni certe sulla regolare ripresa dell’attività agonistica.
Vuole però mantenere vivo il rapporto con i propri Club, e soprattutto fare in modo che essi lo mantengano con i loro atleti.
Ecco alcune semplici indicazioni che speriamo possano esservi di supporto.
Per qualunque dubbio, potete scriverci a tecnico@federugby.it

NON SI PUÒ GIOCARE REGOLARMENTE A RUGBY
NON SI PUÒ ORGANIZZARE SEDUTE DI ALLENAMENTO IN SEDE
I GIOCATORI DI RUGBY POSSONO ALLENARSI INDIVIDUALMENTE A CASA PROPRIA O, RISPETTANDO LE NORME, AL PARCO
IL CLUB PUÒ FORNIRE PIANI D’ALLENAMENTO INDIVIDUALE DA EFFETTUARE A CASA O COMUNQUE NEL RISPETTO DELLE NORME VIGENTI
POSSIAMO FORNIRE AI GIOCATORI INDICAZIONI SU QUALI ESERCIZI E SKILLS ALLENARE IN QUESTA FRASE

post

Sospensione attività per tutte le categorie

Visto i recenti sviluppi in merito alla situazione denominata “coronavirus” il Comitato Regionale Rugby della Lombardia ha diramato il seguente comunicato ufficiale.

Sospensione attivita’ CRL
In considerazione della delicata situazione sanitaria e delle indicazioni pervenute da parte delle Autorità competenti, il Comitato Regionale Lombardo in accordo con la FIR, DISPONE la sospensione di tutta l’attività rugbystica nel nostro territorio fino a domenica 1 marzo 2020 compreso.
Con “attività rugbystica” si indendono:
partite di campionato di ns. gestione
attività Under 6 – 8 – 10 – 12 – 14 di ns. gestione
attività di allenamento e di rappresentative CRL
attività amatoriale (amichevoli)
attività didattica
Dove non previste indicazioni da parte delle autorità competenti, invitiamo i club a prendere in considerazione l’opportunità di sospendere per questa settimana gli allenamenti in via precauzionale. Ulteriori aggiornamenti vi saranno inviati nei prossimi giorni in linea con le indicazioni delle autorità competenti.

post

Valcuvia-Malpensa 21-22

Valcuvia-Malpensa 21-22
Terza sconfitta per gli Unni che la scorsa domenica, nella prima giornata della Poule Promozione, sono stati battuti dal Malpensa che ha violato il campo di Via Noga a Cassano Valcuvia sul quale gli Unni in questa stagione erano sempre usciti vittoriosi.
Il primo tempo si è concluso sul 16 a 0 per la squadra ospite che è andata in meta con Riccardo Legnani e ha ottenuto punti al piede con Andrea Bagatella che ha centrato una trasformazione e tre calci di punizione. Gli Unni non sono certo stati a guardare e sono andati in meta ben due volte, ma l’arbitro Christian Romascu non ha incredibilmente concesso alcuna marcatura. La rimonta del Valcuvia ha comunque preso corpo nella seconda frazione grazie alle mete di Giovanni Oddi e Matheus Pierobom (entrambe trasformate da Andrea Bui). Gli ospiti (ancora con Bagatella) hanno messo a segno altri due piazzati risultati poi determinanti per il successo gallaratese. Nei minuti finali Alessio Padula ha siglato la terza meta valcuviana che trasformata da Bui è stata utile solo a riaccendere le ultime speranze. Proprio allo scadere, i ragazzi di coach Evangelista, si sono trovati a un passo dalla linea di meta, ma è mancato quel pizzico di lucidità in più per completare la rimonta. La prossima gara è fissata a domenica 1 Marzo e si giocherà al centro sportivo “Al Bione” di Lecco.

Formazione: Bui, Biondolillo (Alberto Rossi), Isabella, Sala, Forma, Padula, Gabriele, Pierobom, Perdoncin (Battaglieri), Kilian Brioschi, Giovanni Oddi, Magistrali (c.), Barboni, Alberici, Renzi. Non entrati: Scornavacchi, Tettamanzi. All.: P. Evangelista, A. Rossi, D. Lastra.

Serie C2 Girone 1 Poule Promozione (le altre partite): Como-Cadetti del Lecco 5-3, Cadetti dell’A&U Milano-San Donato 12-15. Classifica: Como, San Donato Malpensa 4, Valcuvia, Cad. A&U Milano, Cad. del Lecco 1.

post

Valcuvia-Tradate 24-15

Missione compiuta per gli Unni che con la vittoria ottenuta in un’assolata domenica 26 gennaio, si sono qualificati alla Poule Promozione. La partita giocata a Cassano Valcuvia ha avuto una buona cornice di pubblico e ha visto gli uomini di coach Evangelista prevalere 24-15 sul Tradate di Giancarlo De Vita nello scontro diretto per decretare il passaggio alla seconda fase del campionato. Ottima partenza per la squadra ospite, passata in vantaggio al 2′ con la meta di Faverio trasformata da Corti per lo 0-7 iniziale. Al 7′ il valcuviano Biondolillo ha ridotto le distanze su calcio di punizione, ma quattro minuti dopo Corti ha ristabilito le distanze (3-10) rispondendo dalla piazzola. La prima meta degli Unni è giunta al 16′ marcata da Giovanni Oddi che ha portato i suoi a due lunghezze. Nuovo allungo ospite al 21′ con la meta siglata da Corti (8-15). Dieci minuti dopo Biondolillo ha ricucito lo strappo mettendo a segno un calcio piazzato, ma poco dopo ha dovuto lasciare il campo per infortunio, al suo posto è entrato Battaglieri che non era nelle migliori condizioni fisiche. Al 36′ il Tradate è rimasto con l’uomo in meno per il giallo a Rametti e nel finale della prima frazione, chiusa sul 16-15 gli Unni hanno trovato la meta del vantaggio con Pierobom. La svolta della partita è giunta dopo un minuto e mezzo del secondo tempo con la meta di Padula che ha portato i padroni di casa sul 21-15. Al 15′ gli ospiti sono rimasti nuovamente in quattordici per un giallo a Paolo Sala e la conseguente punizione in favore del Valcuvia è stata trasformata dall’estremo Bui che ha portato il punteggio sul 24-15. Il risultato è rimasto invariato fino al termine nonostante i gialli subiti da: Renzi al 21′, Padula al 32′ e Battaglieri al 37′. Gli ultimi assedi del Tradate sono stati pienamente difesi dai giocatori della squadra di casa, fra i quali é stata rilevante la prestazione di Samuele Barboni ritornato in campo dopo oltre un lustro. Il girone della Poule Promozione nel quale gareggerà il Valcuvia  è composto anche da: Como, Malpensa, Cadetti del Lecco, Cadetti dell’A&U Milano e San Donato . Primo appuntamento domenica 16 febbraio ore 15:30 in via Noga a Cassano Valcuvia contro il Malpensa di Piazza, Bottelli e Repossini.

Formazione: Biondolillo (Battaglieri), Isabella, Manuel Sala, Forma, Padula, Gabriele, Pierobom, Bossi, Kilian Brioschi, Giovanni Oddi, Magistrali (c.) Barboni, Alberici, Renzi. Non entrati: Tettamanzi, D’Angelo. All.: P. Evangelista, A. Rossi, D. Lastra.

10a giornata Serie C2 Girone 1 Poule A: Malpensa-Como 29-5, Valcuvia-Tradate 24-15. Gara di recupero giocata il 2 febbraio: Como-Rosafanti 32-18. Classifica: Como 26, Malpensa 23, Valcuvia 22, Tradate 16, Rosafanti -8.

post

Como-Valcuvia 27-15

Seconda sconfitta stagionale per gli Unni Valcuvia che domenica 19 gennaio sono stati battuti 27 a 15 sul campo del Como. Pesanti le assenze di Alberto Rossi e Perdoncin, dovute a infortuni muscolari subiti nella partita precedente, persa in casa del Malpensa.
Nel primo tempo il Valcuvia ha sprecato varie occasioni da meta, mentre il Como ha colpito due volte: prima con Panayos e poi con Turconi. La ripresa è cominciata con la squadra di casa in vantaggio 10 a 0, diventato rapidamente 15 a 0 grazie alla meta di Viganò, poi gli Unni sono rimasti con l’uomo in meno per un colpo proibito che Scornavacchi ha sferrato a un avversario. Nonostante il cartellino rosso dato dall’arbitro Gazzo al tallonatore valcuviano, c’è stata una buona reazione degli ospiti che hanno siglato con Alberici la loro prima meta (15-5). I lariani hanno subito ristabilito le distanze con la marcatura di Verga, poi il Valcuvia si è riavvicinato (20-10) grazie alla meta di Renzi, ma a stoppare ogni velleità di rimonta ci ha pensato il comasco Catalano che a una decina di minuti dal termine ha siglato la quinta meta di squadra. Di Biondolillo l’ultimo sussulto del match che ha reso meno amara la sconfitta. Coach Evangelista nell’ultimo turno della Prima Fase dovrà fare a meno anche di Battaglieri e Dossi. Gli Unni il 26 gennaio affronteranno fra le mura amiche il Tradate di Giancarlo De Vita, in una gara che assegnerà il passaggio alla Poule Promozione.

Formazione: Bui, Biondolillo, Isabella, Battaglieri (Sala), Ferrari (Forma), Padula, Gabriele, Pierobom, Giovanni Oddi, Kilian Brioschi, Dossi (c.), Magistrali, Alberici, Scornavacchi, Renzi. All.: P. Evangelista, A. Rossi, D. Lastra.

9a giornata Serie C2 Girone 1 Poule A: Como-Valcuvia 27-15, Rosafanti-Malpensa 3-22. Classifica: Como* 21, Valcuvia, Malpensa 18, Tradate 16, Rosafanti -4. Il Como ha giocato una partita in meno.

post

Under10 e 12, a Verbania primo raggruppamento del 2020

UNDER10

In data 18/01/2020 l’under 10, insieme dell’under 12 ha partecipato a un concentramento a Verbania.

Under10 a Verbania

Hanno disputato 3 partite con i risultati di 2 vittorie e una sconfitta.
Durante la prima partita i ragazzi apparivano svogliati e senza stimoli prendendo così varie mete e lasciando i compagni soli senza sostegno, una partita da dimenticare.
Durante la seconda partita i ragazzi hanno incontrato una squadra che gli permetteva di svolgere il gioco senza troppi problemi e questo gli ha permesso la vittoria.
La terza partita è stata giocata molto bene applicando tutti gli elementi perfezionati in allenamento e riuscendo a fare numerose mete.
Nel complesso i ragazzi hanno giocato bene e con impegno.

Gloria

UNDER 12

Under 12 al completo, ma a Verbania il numero delle squadre non era delle migliori, con presenti solo noi, i padroni di casa e tre ragazzi del TuttiNeriTicino (TNT), squadra con sede a Lugano.
Due partite andata e ritorno con Verbania, i ragazzi del TNT hanno giocato con noi, e un tempo tutti misti.

Una bella giornata, complice il bel tempo e il giocare il sabato pomeriggio e un bellissimo sole, la trasferta è stata allegra e divertente, il traghetto, il lago… ma sul campo c’è stato poco da ridere… tre infortuni hanno deciso le sorti del raggruppamento, Filippo, Riccardo ed Edoardo hanno lasciato il campo in malo modo.
La difficoltà di attaccare a largo e i pochi placcaggi bassi hanno deciso il risultato, partite intense, ma non basta.

E ora si pensa già a Muggiò.