post

Ilop Valcuvia-Malpensa 30-22

di Fabrizio Foresio – fotografia di Silvia Lamanna. Altra vittoria sofferta ma meritata per gli Unni che domenica 19 aprile, in quel di Cassano Valcuvia, hanno sconfitto un Malpensa parecchio disordinato ma compatto, “vendicando” la sconfitta all’ultima azione subita nel girone d’andata.
Ilop che parte subito forte con Biondolillo che nel finale di stagione sta avendo un vero e proprio exploit di prestazioni. Due mete per lui nel primi quarto d’ora, la prima dopo una bella azione dei trequarti e la seconda dopo aver recuperato un pallone perso dai colpevoli avversari.
I valligiani trasformano con il solito Alberto Rossi, tanto per cambiare infallibile dal dischetto e sicuramente uomo partita: eccellente la lettura che da al match e come sempre, è impossibile non segnalare il sangue freddo con cui riesce a prendere per mano la sua squadra per portarla alla vittoria (sangue freddo e coraggio che a dirla tutta non gli sono mai mancati in nessuna partita da qui all’inizio della stagione).
Il primo tempo si chiude con la meta di Casnaghi, il migliore dei suoi e con un calcio piazzato della Ilop, che così facendo si porta sul 17-7.
Dopo una partenza di fuoco gli Unni sembrano spegnersi, nonostante gli avversari sembrino fin da subito in difficoltà e a tratti davvero in confusione. Così è il Malpensa ad approfittarne, iniziando il secondo tempo con uno sprint che li porta a segnare due mete (Cassia e Casnaghi) e una trasformazione che porta il risultato sul 17-19.
A suonare la carica per i ragazzi di coach Beppe Cattaneo è proprio Alberto Rossi, che segna una bella meta grazie a quella che è senza dubbio l’anima di questo sport, la CORALITÀ: calcio di punizione, ripartenza dell’arcigno mediano Ciaccia (che nonostante nel ruolo sia un “esperimento” di questa stagione, partita dopo partita dimostra le sue qualità con giocate intelligenti e fulminee) che poi ricicla permettendo un break di 25 metri a Pierobom (18 anni e quasi 100 chili di potenza), che alla fine passa a Rossi in sostegno.
Gli ultimi 15 minuti sono una lotta campale in mezzo al campo, con entrambe le squadre che tentano il tutto per tutto pur di segnare un’altra meta.
Gli ospiti piazzano con Cassia e i ragazzi di coach Beppe Cattaneo rispondono due vote con Rossi, chiudendo i giochi con il punteggio di 30-22.
Matteo Gabriele, primo centro classe ’97 alla sua prima stagione tra i seniores (in cui si è imposto come titolare inamovibile a suon di ottime prestazioni) commenta così: “Partita molto bella, combattuta e faticata. Anche per colpa nostra che ci siamo adeguati a seguire il loro gioco, questa domenica abbastanza piatto e basato quasi solo sui pick and go.”
Da segnalare, purtroppo, l’infortunio di Ermete Rossi (si sospetta crociato o collaterale). Anche se sappiamo tutti che qualunque cosa sia tornerai più forte di prima!
Il prossimo appuntamento è fissato a domenica 26 con gli Unni in trasferta a Voghera per affrontare la squadra di Niall Grossi.

Ilop Valcuvia: Ermete Rossi (Marchio), Nicola Fiorino, Biondolillo, Gabriele, Haida, Alberto Rossi, Ciaccia, Costa, Foresio, Oddi, Pierobom, Zandarin, Alberici, Perdoncin (c.), Renzi. Non entrati: Tettamanzi, Bossi, D’Angelo. Allenatori: Ermete Rossi e Beppe Cattaneo.
Malpensa: Casnaghi (c.), Cassia, Francesco Contarato (Bianco), Airoldi, Pigni (Brancone), Cattaneo, Tomasoni (Siviero), Pennestrì, Schuitemaker, Cataudo, Berardi (Felotti), Gagliostro, Giarola (Forino), Vitale, Altomare. Non entrati: Marrazza, Brega. Allenatori: Edoardo Pennestrì e Fabio Brega.

Risultati (19a giornata): ReFlex Tradate-Chicken Rozzano 6-22, Ilop Valcuvia-Malpensa 30-22, Cadetti del Novara-Cadetti del Parabiago 6-61, Gattico-Cesano Boscone 24-10, Saints-Voghera 12-45. Hanno riposato i Mastini.
Classifica: Chicken Rozzano 77, Cesano Boscone 59, ReFlex Tradate 54, Cad. del Parabiago* 49, Mastini 48, Malpensa 45, Ilop Valcuvia* 29, Gattico 21, Cad. del Novara* 16, Voghera 11, Saints 0. Con l’asterisco le squadre che hanno disputato una partita in più non avendo ancora usufruito del turno di riposo.