CRONACA U6/8/10

Calda Domenica di primavera che i miniUnni trascorrono sul campo di Rho.
U6 e u8 giocano la mattina, i fratelli maggiori u10 al pomeriggio. I più piccoli, raggiunti dagli amici di Rosafanti, alle 10:00 sono pronti per entrare in campo.

Breafing d’ordinanza tra allenatori, distribuzione di tante bottiglie d’acqua per i mini-atleti, foto di squadra, nastro isolante sui tacchetti, paradenti in bocca e via.

Under 6

Gli U6 riescono a schierare due squadre, una che veste i colori di Valcuvia guidata da Max e l’altra dei Rosafanti guidata dal simpaticissimo Elia. Faccette felici che con gioia si alternano sui tre campi, andando anche, al bisogno, ad aiutare gli avversari che hanno numeri più tirati.

Un tripudio di colori, blu, bianco, verde (o giallo?!), nero e rosa, bimbi mischiati che vanno da una squadra all’altra per onorare questo gioco bellissimo che si basa sul sostegno reciproco.

Under 8

Gli u8 di Castro schierano una squadra, i tanti malati devono rinunciare, ma i compagni presenti non si tirano indietro e giocano anche per loro. Da bordo campo indicazioni preziose su come muoversi e su cosa fare per dare sempre il massimo, al di là del risultato numerico finale. Bravi ragazzi, l’impegno è fondamentale!

Genitori fantastici che dalle tribune incitano i miniUnni e accorrono alla rete tra una partita e l’altra a complimentarsi con loro.

Fa caldo, la zona d’ombra è davvero risicata ma in attesa delle premiazioni i miniUnni trovano una striscia ombreggiata per rinfrescarsi, abbeverarsi, schizzarsi a suon di “bottigliate”ed esercitarsi sul placcaggio di…Castro e Max, che li intrattengono a loro rischio e pericolo 😂Il divertimento è assicurato!

Arrivano le premiazioni, la foto ricordo e tutti pronti per doccia e terzo tempo,che i ragazzi hanno fame.

Nel miglior spirito rugbistico le buone forchette dei miniUnni rendono onore al terzo tempo e tra un bis di pasta e un ghiacciolo chiudono la loro calda giornata.

Under 10

Ore 14:00 scatta la chiamata dei fratelloni u10,anche se a dirla tutta qualcuno si era già infiltrato nel terzo tempo dei più piccoli prima di fiondarsi in campo con la bocca ancora sporca di sugo.

Il sole è caldo e picchia davvero a quest’ora ma il gazebo verde della Croce Rossa si intona alla perfezione con il colore verde/giallo delle maglie e allora perché non approfittare dell’ospitalità tra una partita e l’altra? Poi, diciamocelo, i MiniUnni sono simpatici, Andrea  pure, e Max non ne parliamo e quindi l’ospitalità è assicurata!
Una U10 scatenata quella che è scesa sul campo di Rho accompagnata da un tifo da stadio dalle tribune 8 MiniUnni che, senza cambi, sotto il sole cocente, e giocando partite una di seguito a quell’altra,  hanno dato davvero tutto nelle prime quattro partite e nelle ultime due ci hanno provato, perché non ci si arrende mai, perché non è  finita finchè non è finita.

Un Grazie a Paolo&Paolo che non hanno potuto essere presenti ma che sappiamo aver seguito i loro ragazzi  anche da lontano.

Ma soprattutto, Grazie miniUnni u6/u8/u10 perché arrivare al lavoro il lunedì mattina senza voce, sa di una domenica passata ad incitarvi e gioire con voi!

Forza Unni