post

Ginevra Tour 2017 – Indimenticabile!!!

risultato-finale

I nostri giovani sbancano Ginevra

Bella vittoria e soprattutto bella esperienza per i nostri ragazzi in versione italo-svizzera che hanno affrontato i pari età dell’associazione cantonale di Ginevra. I ragazzi di Lugano, Valcuvia, Tradate con un innesto di Gattico, che rappresentano ormai un consolidato sodalizio, hanno onorato lo splendido complesso rugbistico di Ginevra e partecipato allo Suisse Rugby Day. Una partita avvincente tirata sino all’ultimo che alla fine ha visto trionfare meritatamente i nostri ragazzi oggi in livrea bianconera. Davanti al presidente della Federazione Svizzera al DTN, e ai massimi organi federali, come sempre, abbiamo dimostrato sul campo gli sforzi che le tre società stanno facendo per far crescere i ragazzi dei rispetti settori giovanili.

Il tutto al termine di una splendida due giorni ginevrina che ci ha permesso di visitare le bellezze della città, conoscere nuovi amici rugbisti e spendere del tempo con loro. Grazie alla perfetta organizzazione dell’ACGR e del suo presidente Gianni, del nostro staff e alla splendida ospitalità presso il centro sportivo di Ginevra a cura del presidente Gilles.

Questo tour oltre che funzionale alla crescita sportiva dei nostri ragazzi li ha arricchiti sia a livello umano con nuovi legami ed amicizie sia sul piano culturale attraverso la visita della città; inoltre è stata l’occasione per stabilire contatti con altri club e speriamo in futuro di poterli ospitare da noi perché il nostro movimento ha bisogno di crescere confrontandosi con realtà diverse dalle solite.

Cronaca del match:

Le premesse sono delle migliori: un campo in perfette condizioni, una cornice di pubblico importante e numerosa e la voglia di dimostrare il proprio valore contro avversari stranieri.

I nostri ragazzi partono subito forte e concentrati: dopo 4 minuti Isabella marca la prima meta con uno dei suoi soliti break, Bezzolato troppo frettolosamente sbaglia però la trasformazione.

Per alcuni minuti il match resta nelle mani dei bianconeri che rispettando i dettami tattici ricevuti pressano la squadra di casa nella propria meta campo senza però finalizzare a causa di errori individuali.

Al minuto 27 la compagine ginevrina ne approfitta ed impatta il risultato andando in meta in posizione angolata.

L’intensità della partita sale, complice la volontà di entrambe le squadre di mettere in campo un gioco arioso e al contempo fisico, ne fa le spese Pendusci costretto temporaneamente ad uscire temporaneamente per una ferita sanguinante. Entra in sua sostituzione Rabbal che sarà determinante nell’azione che porta in meta alla bandierina Bui per il nuovo sorpasso.

L’ACGR non ci sta e torna subito in attacco: l’arbitro, non perfettamente aiutato dal giudice di linea, al 40’ convalida una meta ai più parsa irregolare perché il giocatore aveva probabilmente toccato la linea del fuori.

Prima dell’intervallo Essahbani viene sanzionato con un cartellino giallo per un fallo di reazione.

Nell’intervallo lo staff tecnico richiama i giocatori a stare tranquilli e ritornare a giocare negli spazi liberi in maniera rapida per sfruttare il nostro potenziale evitando di calciare il pallone.

Il secondo tempo inizia in inferiorità numerica e l’ACGR marca la meta del sorpasso, trasformata da difficile posizione.

I nostri ragazzi non si scompongono e non appena scontata l’esplusione temporanea, vanno in meta al 13’ con Rabbal che però non trasforma.

Alla ripresa del gioco ancora un calcio maldestro, questa volta ad opera di Rabbal, consegna il possesso alla squadra ginevrina che ci schiaccia nei nostri 22 m e riesce a segnare ancora.

La squadra però è confidente nei propri mezzi e nel proprio gioco, quindi riesce ad andare in meta due volte prima Zattini e poi con Pendusci entrambe trasformate da Rabbal.

Un match piacevole, divertente e vibrante, grazie all’impegno e all’intensità messa in campo da entrambe le squadre ed alla ricerca del gioco negli spazi e in continuità impostato da entrambi gli allenatori.

Divertimento e spettacolo aveva chiesto lo staff tecnico: seppur con qualche sbavatura, ad esempio lo scarso avanzamento del pallone, e al di la del risultato finale che giustamente ci premia, come condiviso al terzo tempo con gli allenatori e i genitori dei ragazzi svizzeri, è stata una bella partita dove hanno vinto entrambe le squadre per quanto fatto vedere e soprattutto il rugby con i suoi valori essenziali.

A quando il match di ritorno?

Marcature:

primo tempo: 4’ meta Isabella n.t. (0-5), 27’ meta ACGR nt (5-5), 36’ meta Bui n.t. (5-10), 40’ meta ACGR n.t. (10-10)

secondo tempo: 6’ meta ACGR trasf. (17-10), 13’ meta Rabbal n.t. (17-15), 17’ meta ACGR n.t. (22-15), 20’ meta Zattini trasf. Rabbal (22-22), 26’ meta di Pendusci trasf. Rabbal (22-29)

Trasformazioni: Bezzolato 0/1, Rabbal 2/4, ACGR 1/4

Note: 41’ primo tempo giallo ad Essahbani

Man of the match e altri riconoscimenti:

MOM scelto dai nostri allenatori: Bezzolato

MOM scelto da allenatori ACGR: Rabbal

Miglior tre-quarti scelto da allenatori ACGR: Bezzolato

Miglior avanti scelto da allenatori ACGR: Pendusci

Giocatori scesi in campo:

Bellomi, Bezzolato (vice cap), Bonanno, Brioschi, Bui, Cantoni, Dalboni, Eberli, Essahbani, Grelli, Isabella, Khribech, Legorano, Maggi, Mayer, Pendusci (cap), Rabbal, Rihan, Talamo, Utrilla Y Mas, Zattini.

 

foto-poster-grazie