post

MINIRUGBY: RAGGRUPPAMENTO A CUSAGO

UNDER 12

Un’ altra trasferta a Cusago, che ci ospita per il Torneo Primavera Ovale. Questa volta oltre agli amici Rosafanti troviamo a darci supporto i giocatori del Rugby Lugano… Più giocatori, più divertimento! Ad accoglierci troviamo un bel sole e temperature miti, ben apprezzate dopo la difficile trasferta di Biella.

Espletate le formalità cominciamo subito con un bell’allenamento in modo che i giocatori del Rugby Lugano possano conoscere i nuovi compagni. Una piccola pausa e incontriamo il team Arcobaleno: gli Unni partono attaccando e fin da subito sembra che siano in grado di gestire al meglio il gioco sia nei raggruppamenti che nel gioco aperto. Le mete si susseguono una dopo l’altra e solo una disattenzione consente agli avversari di segnare l’unica meta della partita. Anche nel secondo tempo il ritmo viene tenuto alto dai nostri giocatori che riescono a vincere per 17 a 1.

Il tempo di bere un po’ d’acqua e si riparte con il Delebio, squadra mai incontrata prima. Questa volta l’incontro è molto più equilibrato, ma gli Unni nonostante qualche bella azione in attacco perdono troppe palle e subiscono in difesa (qualcuno ha detto placcaggi??). Nel secondo tempo i nostri calano un po’ mentre il Delebio continua imperterrito ad attaccare aggredendo ogni palla. Questa volta perdiamo 9 a 4, con il rammarico di aver lasciato giocare troppo gli avversari.

Chiudiamo quindi il girone al secondo posto e accediamo alla finale valida per il terzo e il quarto classificato, dove troviamo il Malpensa.

In questa ultima partita gli Unni sfruttano al massimo le ultime energie, trovando comunque un avversario per nulla propenso a cedere facilmente. Nonostante il caldo e la fatica gli Unni riescono a giocare spesso con i trequarti, che sono stati fondamentali per mantenere sempre qualche meta di vantaggio. Sul finale il Malpensa comincia a cedere e i nostri riescono a vincere per 9 a 5, aggiudicandosi il terzo posto assoluto. Chiudiamo in bellezza con un bel terzo tempo e con un’originale premiazione: ogni giocatore ha ricevuto una bella piantina da coltivare e far crescere…Aspettiamo di vedere i risultati!

UNDER 10 {scritta da Castro, scusate i commenti tecnici}

Un’ altra trasferta a Cusago, dopo tutto l’inverno, ci tocca anche la primavera, ospiti per il Torneo Primavera Ovale. Ad accoglierci troviamo un bel sole e temperature miti, classico da primavera, e il sole ha fatto i primi datti con insolazioni e scottature.

Come al solito due squadre, la prima maglia bianca: Lorenzo, Tommaso, Edoardo e Cristian del 2010, con i quattro Rosafanti, insieme a loro Giacomo del 2009, per lui l’occasione di trascinare il gruppo, e di esprimere tutto il suo talento. Le loro partite non sono state affatto facili, il Rho e l’Abbiategrasso/Delfins due settimane fa, a Corbetta, hanno battuto la squadra dei grandi, per intenderci. In più ricordo che per scelta tecnica per far crescere i giocatori, questa è la squadra dei più piccoli e non riusciamo a creare un gioco organizzato.

Nelle due partite della seconda fase, se la sono giocata più alla pari, perdendo per una meta la prima, e vincendo alla grande contro la squadra di casa del RugBio.

Con la maglia ananas: Pietro, Tommaso, Marco, Fabio, Edoardo, Sebastiano, Leonardo, Luca, Andrea tutti Unni del 2009, un bel gruppo che gioca insieme tutte le partite e riesce quindi ad esprimere il gioco che voglio.
Prima partita con ASR Milano, nettamente superiori, sia in fasi offensiva  che difensiva, seconda partita contro Seregno, persa di poco, loro molto più cinici, con cambi di traiettoria e rack organizzate, peccata la meta di Pietro annullata, che ci avrebbe portato al pareggio.

Andiamo nella seconda fase,  nel girone delle seconde, vinte tutte e due le partite senza una minima difficoltà. Peccato, perché per il livello del nostro gioco, noi meritavamo di giocarcela nel girone delle prime.

Come allenatore mi ritengo soddisfatto, non tanto per il risultato, ma per il gruppo che ho creato, i ragazzi si considerano una squadra unica, e non due, e si danno aiuto e sostegno, che è quello che vogliamo sia io che Luca.
Con l’augurio che questo spirito rimanga sempre nei ragazzi e la voglia che hanno di giocare sempre per dare una mano ai propri compagni di squadra.
A fine giornata i ragazzi hanno preso la piantina come premio, premiazione a cui io ero assente per correre a Malpensa( per la cronaca, abbiamo vinto).