post

Unni Valcuvia – Gattico 29-15 (14-3)

Unni Valcuvia – Gattico 29-15 (14-3)

Formazione Unni: Bossi, Biondolillo, Badi, Vetralla, Haida, Alberto Rossi, Gabriele, Scotti (Di Muro), Foresio F., Foresio T. (Tuozzo), Spozio (Oddi), Carabelli (Battaglieri), Renzi, Perdoncin, D’angelo (Alberici)
Ne: Zandarin, Tettamanzi

Allenatori: Beppe Cattaneo e Ermete Rossi

Mete Unni: Gabriele, Alberto Rossi (2), Battaglieri
Calci: Alberto Rossi (1)
Trasformazioni: Alberto Rossi (3)

Cartellini: rosso a Bossi nel primo tempo

L’attesa per la partita era grande, quella con Gattico è una delle “classiche” di girone e, visto l’avvio di campionato un po’ claudicante, i ragazzi di coach Beppe Cattaneo erano più che mai carichi per portare a casa il miglior risultato possibile: missione compiuta, vittoria con bonus e tanta soddisfazione.
La compagine piemontese allenata dall’ex Silvio Repossini è salita in Valcuvia come sempre, agguerrita è pronta a dare battaglia su ogni pallone, ma gli Unni si sono fatti trovare pronti e non hanno ceduto di un millimetro sul terreno da gioco.

Fin dal fischio d’inizio gli ospiti sono messi in difficoltà dalla squadra di casa, brava a portare pressione in difesa e con un gioco sui 3/4 veloce e proficuo.
Però, la sfortuna ha subito deciso di colpire: il flanker Tommaso Foresio, partito a mille all’ora con la grande fisicità e rapidità che lo contraddistinguono, subisce uno stiramento a dieci minuti dall’ingresso in campo. Peccato, ma per fortuna in panchina oggi gli Unni avevano un pezzo da 90 come Marco Tuozzo, ex capitano e veterano di tante battaglie, al rientro dopo un anno e mezzo di pausa, quasi 40 anni e non sentirli, in campo come fosse un ragazzino… Un ragazzino cresciutello e parecchio aggressivo, sia chiaro. Bentornato! E speriamo che non sia l’ultima occasione per vederlo giocare.

I valligiani giocano bene e attaccano, in meta vanno in rapida successione il mediano Matteo Gabriele (prima meta da 9 per lui a coronamento di una prestazione maiuscola) e il solito Alberto Rossi.
Gli ospiti rispondono piazzando una punizione sui 22 assegnata per una leggerezza in ruck.
A metà tempo accade quel che nessuno avrebbe voluto: l’estremo Giorgio Bossi si scontra in volo con un avversario che era andato a saltare per recuperare la palla. Non riuscendo a fermarsi in tempo e travolgendo l’avversario ancora in aria, il giovane valligiano di Cunardo commette un fallo che purtroppo per regolamento è da punire con il rosso.
Lo stesso arbitro si è detto dispiaciuto, visto che era chiaro a tutti come il fallo sia stato assolutamente involontario, ma come dicevano gli antichi romani: “dura lex, sed lex”, la legge è dura ma pur sempre legge è, e così il nostro giocatore ha dovuto finire in anticipo il match.
Anche con un uomo in meno gli Unni non tirano i remi in barca, anzi, si stringono tra loro, si incitano, pestano sulle gambe, non mollano, e infine portano a casa anche il punto bonus.

Con la seconda meta di Alberto Rossi e quella di Davide Battaglieri il punteggio al fischio finale è di 29-15, con coach Beppe Cattaneo che può solo essere contento di questa prestazione; abbiamo rivisto gli Unni che per un soffio hanno perso con Tradate la scorsa partita, una squadra unita e che ha la testa davvero dura.

Da segnalare l’esordio di Carabelli in seconda linea e il premio di uomo partita assegnato al capitano di casa, Davide “Pedro” Perdoncin, una vera furia “rossa”.

Ora la testa di tutti deve andare alla partita con i Saints di Abbiategrasso, dove si concluderà questa prima parte di campionato prima di Natale, e speriamo con un altro bel “regalo” per tutti.
Sempre forza Unni!

Fabrizio Foresio