post

Unni a Bormio

Nel weekend dell’Epifania, sotto la guida di mamma Brigitte, diciassette baldi Unni si sono recati sulla neve di Bormio.
Brigitte, Paola, Samuele, Giovanni, Stefano, Dima, Riccardo, Paolino, Castro, Pedro, Subaru, Alberto, Luana, Michela, Antonella, Enzo e Nadia hanno passato tre giorni gioiosi tra le piste di Bormio 2000, alloggiando presso lo Chalet dei Rododendri a quota 2300mt sopra Bormio.

Sabato 4 gennaio, di prima mattina, sono partiti con un pullman, per la destinazione, viaggio lungo ma in buona compagnia, accompagnati da vino, bevande, salami e patatine, c’era chi ne ha approfittato per parlare e per scambiare opinioni ed idee, chi per dormire, chi per giocare in gruppo. Si è rivelato un bel viaggio.
Sono arrivati nel primo pomeriggio, e subito sono andati a Bormio 2000 a sciare, chi già bravo, chi invece ha sfruttato la pazienza di Paola per imparare, chi a guardare e chi in relax presto il ristoro con pizzoccheri, vino e camino.
Alle 16,30, piste chiuse, tutti al Chalet, giro classico di campari, ed inizia l’aperitivo, intanto si iniziano a fare le prime docce e a sistemarsi nelle stanze. Cena e giochi da tavolo, la prima sera si è fatta non troppo tardi.

Domenica 5, mentre un folto numero di Unni, si è recato a piedi alle Terme Nuove di Bormio, i giovani e le mamme, salivano e scendevano dalla montagna, divisi fino alla sera, quando ci siamo ritrovati per tornare in Chalet con il tanto rinomato “Katta delle nevi” che Brigitte tanto nominava. La sera è passata tranquilla, tra il fare le valige, e le ultime bevute di gruppo.

Lunedì 6, niente calze e carbone, sveglia presto che dovevano lasciare le piste prima che arrivavano gli sciatori. Tutti a Bormio, con le borse e i bagagli, e dopo una giornata a Bormio, si è tornato a casa, pieni di ricordi e con la voglia di rifarlo anche il prossimo anno.

Buon 2014 Unni!